La sostenibilità ambientale e sociale è stata protagonista lo scorso weekend presso gli stand della Fiera di Milano con Fa’ la cosa giusta 2017. La manifestazione è giunta alla quattordicesima edizione, organizzata come di consueto da Terre di Mezzo Eventi, e si è confermata un punto riferimento in Italia per quanto riguarda il consumo critico e gli stili di vita a basso impatto ambientale.

L’edizione 2017 ha ospitato all’interno dei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity 700 espositori su una superficie complessiva di 32mila metri quadrati. Ben undici le sezioni tematiche e sei le aree speciali, con oltre 300 appuntamenti presenti nel programma culturale tra convegni, incontri, laboratori, degustazioni, dimostrazioni, letture.

=> Strategia Nazionale rivolta a sviluppo sostenibile, leggi le dichiarazioni del ministro Galletti

Tra le aree più grandi si è confermata “Mangia come parli”, dedicata all’alimentazione biologica, con ben 101 produttori da tutta Italia. Cuore della sezione è stato lo “spazio cucine” che ha ospitato FunnyVeg Academy, una vera e propria accademia con mini corsi di cucina. Attenzione anche alla solidarietà, con la presenza dei piccoli produttori dell’Umbria e del Centro Italia provenienti dalle aree colpite dai terremoti degli scorsi mesi e ospitati a titolo completamente gratuito. La sempre più diffusa alimentazione vegana, vegetariana e crudista è protagonista nella sezione dedicata “Area Vegan”, con oltre 25 tra laboratori, degustazioni e dimostrazioni.

=> Futuro green e sostenibile per le smart city, scopri perché

Particolarmente all’avanguardia le proposte della sezione “Mobilità Sostenibile” con le ultime proposte sui mezzi a basso impatto ambientale come biciclette, trasporto pubblico, car sharing, car pooling, veicoli ibridi e elettrici. Da segnalare la presentazione di un progetto di “monitoring ambientale” in mobilità avviato da Share’ngo insieme a Fastweb e Amat, ma anche le prime proposte del nuovo e promettente settore del “retrofit elettrico”, cioè la trasformazione di un veicolo storico o usato in auto elettrica.

Molto ampio lo spazio dedicato al turismo consapevole, proprio nell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, indetto dalle Nazioni Unite per il 2017. Con ben 96 espositori e la presenza ufficiale di molte Regioni italiane, la sezione offre anche le più interessanti proposte per il turismo trekking e in bicicletta, con percorsi in Italia e non solo.

La sezione “Critical Fashion” ha ospitato artigiani, giovani stilisti e piccole imprese che puntano su una moda etica e sostenibile attraverso tessuti di qualità e materie prime naturali, mentre presso l’area “Abitare Green” erano presenti le ultime soluzioni e tecnologie per il risparmio energetico legate all’abitare e l’arredo eco-compatibile.

13 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento