Expo Milano 2015 è ormai alle porte. Molti i turisti attesi durante i prossimi sei mesi presso l’Esposizione Universale milanese ed è proprio a loro che il WWF dedica uno speciale vademecum per affrontare in maniera sostenibile la propria trasferta nel capoluogo lombardo.

Un vero e proprio decalogo quello pubblicato dal WWF in vista di Expo 2015, che punta ad avvicinare i visitatori ai temi dell’Esposizione Universale anche attraverso pratiche di ecoturismo. Ecco quali sono le 10 buone pratiche secondo l’associazione:

  1. Trasporti pubblici – Raggiungere Milano con soluzioni sostenibili è possibile, preferendo effettuare il proprio tragitto in autobus, treno o ricorrendo ad altro tipo di mobilità sostenibile come ad esempio il car pooling.
  2. Compensare la CO2 – Qualora si decida in ogni caso per un viaggio in auto privata o aereo è bene sapere che è possibile compensare la propria CO2 attraverso alcuni speciali programmi come ClimateCare, scelto dal WWF per la compensazione dei viaggi in aereo.
  3. Hotel e agriturismi sostenibili – Anche la struttura ricettiva scelta per il soggiorno è uno degli aspetti da tenere in considerazione per un viaggio davvero ecosostenibile. Tra le buone pratiche indicate dal WWF per una struttura davvero sostenibile l’utilizzo di energie rinnovabili, una corretta gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle risorse locali.
  4. Mobilità sostenibile – Una volta a Milano ricordarsi di effettuare i propri spostamenti alla volta dei padiglioni di Expo 2015, come anche per visitare la città, utilizzando le linee bus, metro, tram o taxi del capoluogo lombardo, aiutando così a ridurre le emissioni di CO2 connesse alla manifestazione. In particolare è possibile raggiungere l’area fieristica utilizzando la linea 1 della metropolitana (fermata RHO-Fiera).
  5. Acqua, cibo e rifiuti – Sono tre elementi ai quali un ecovisitatore di Expo 2015 deve fare grande attenzione, evitando gli sprechi. Le risorse idriche saranno disponibili presso 32 case dell’acqua, situate all’interno dell’esposizione, dove si troveranno inoltre bagni con doppio scarico per ridurre l’impatto sui consumi idrici; attraverso il risparmio di cibo si aiuterà a combattere lo spreco alimentare evitando che gli alimenti diventino rifiuto; l’immondizia prodotta potrà inoltre essere smaltita in maniera corretta seguendo gli appositi “totem informativi”.
  6. Incontra il WWF – Dentro e fuori i padiglioni di Expo 2015 si potrà entrare in contatto con i rappresentanti dell’associazione, che potranno fornire tutte le informazioni necessarie per un soggiorno sostenibile e una maggiore conoscenza delle iniziative intraprese dal WWF. Inoltre presso il Padiglione della Società Civile si potranno conoscere buone pratiche ed esperienze concrete per la risoluzione delle problematiche ambientali attuali.
  7. Expo dei Popoli – Un evento nell’evento, in programma dal 3 al 5 giugno, durante il quale si discuterà delle soluzioni concrete per vincere davvero la sfida per “Nutrire il Pianeta”.
  8. Expo in città – Scoprire Milano e la sua cultura grazie alle iniziative inserite nel programma di Expo in città, ricordandosi anche in questo caso di muoversi all’interno del territorio cittadino utilizzando mezzi pubblici o sostenibili, come anche le bici di BikeMi.
  9. Agricoltura e mercatini agricoli – In piena corrispondenza con il tema centrale di Expo 2015, rivolto all’alimentazione sostenibile, l’ampia offerta di mercatini agricoli sostenibili, presenti anche al di fuori dell’esposizione. Tra questi si segnala anche lo spazio del Parco Agricolo Sud Milano.
  10. Aree protette – Durante Expo 2015 si potranno inoltre approfondire le bellezze di alcune aree naturali protette, tra queste anche l’Oasi WWF Bosco di Vanzago, situata a poca distanza dall’area espositiva.

29 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento