Patate blu e pomodori zebrati al padiglione di Coldiretti presso Expo Milano 2015. Verdura e ortaggi dal colore insolito, ma dalle proprietà naturali notevoli assicura l’associazione dei coltivatori, che può colorare in maniera salutare la spesa e la tavola degli italiani.

A cominciare dalle patate blu del Trentino, anch’esse presentate a Expo 2015, dai preziosi benefici per la vista. Come spiega la stessa Coldiretti:

Oggi è possibile garantirsi, in maniera del tutto naturale, alimenti con esclusive proprietà salutistiche e nutrizionali, legate proprio al loro differente e insolito colore. Le patate blu del Trentino, grazie alla loro polpa blu mare, sono ricchissime di antociani che migliorano la vista e prevengono il deposito di colesterolo sui vasi sanguigni e risultano di grande effetto se trasformate in un divertente purè blu.

Si stanno inoltre diffondendo patate dalla buccia rossa provenienti dall’Umbria, prosegue Coldiretti, dalle qualità antitumorali derivate dall’elevato contenuto di acidi fenolici. A queste si aggiunge una varietà detta “turchesa“, in virtù del suo speciale colore esterno, ricca di antiossidanti e adatta a diverse tipologie di cottura.

Ricca di antocianine e flavonoidi benefici per la circolazione e nella lotta contro i segni del tempo è invece la carota viola, come spiega l’associazione:

La carota viola ha un contenuto di antociani 28 volte maggiori di quelli contenuti nelle carote arancioni, importantissimi per contrastare l’azione dei radicali liberi e quindi l’invecchiamento.

I pomodori occupano poi un posto speciale nel panorama proposto da Coldiretti, a cominciare da quello zebrato, molto più scuro all’interno di quello solito poiché più ricco di licopene (un potente antiossidante) e dall’elevato contenuto di vitamine idrosolubili. Di nuovo sul mercato, prosegue l’associazione, anche il “pomodoro giallo“, dello stesso colore appartenente a quello importato sul finire del ‘500 dalle Americhe:

Il colore giallo denota un alto contenuto di beta-carotene, precursore della vitamina A che previene problemi alla vista, agli occhi e alla pelle e che, essendo un antiossidante naturale, rafforza il sistema immunitario da raffreddori, tosse e infezioni e protegge anche le cellule dai processi di invecchiamento e dall’azione nociva di tossine e da neoformazioni, specialmente alla prostata, alla laringe, all’esofago e allo stomaco.

Tra le varietà presentate anche il mais biancoperla, il mais rosso (coltivato in Trentino) ricco di acido folico, vitamina B1 e rimedio apprezzato contro l’anemia per la buona quantità di ferro in esso contenuta. Colore rosso che condivide con il riso Ermes, ricco di fibre, ferro, magnesio e fosforo.

11 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento