Il bike sharing di Milano sarà presto dotato di 1000 nuove bici elettriche. Nelle settimane che precederanno l’avvio di Expo 2015 il capoluogo milanese non si doterà soltanto delle biciclette a pedalata assistita, ma vedrà l’installazione di 70 stazioni totali previste dalla terza fase del progetto “Bike sharing 2.0″ approvato nel 2013.

Le bici elettriche BikeMi saranno di colore rosso e dotate di un motore con potenza pari a 250 W che garantirà 200 giri di ruota al minuto. L’autonomia prevista è compresa tra i 55 e i 65 chilometri. Le biciclette saranno dotate inoltre di serrature “antivandalo e antifurto” e di rilevatore GPS, che fornirà informazioni utili al ritrovamento dei mezzi in caso di furto o smarrimento oltre a inviare dati relativi alla localizzazione o al livello di carica della batteria.

Delle 70 stazioni previste 44 verranno installate entro l’apertura di Expo 2015 lungo la direttiva che va dal centro di Milano al sito dell’esposizione: terminata la manifestazione si procederà a ridistribuirle sul territorio cittadino per migliorare la presenza del servizio.

Le bici elettriche andranno ad aggiungersi alle 3.600 due ruote classiche già a disposizione degli utenti di BikeMi. Entrambe le tipologie saranno presenti in ognuna delle stazioni di prelievo e deposito, sia delle 206 attuali che delle ulteriori 70 in arrivo. Invariato il sistema utilizzato per il noleggio.

Previste nel prossimo futuro anche ulteriori novità per migliorare il servizio di bike sharing, tra cui la prima app ufficiale di BikeMi, il rinnovamento delle stazioni, alcune funzioni extra sul sito del servizio e nuovi canali social dedicati individuati dall’hashtag ‪#‎MilanoPedala‬.

19 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento