Sono trascorsi circa 37 anni dal giorno in cui l’Assemblea Generale dell’Onu il 15 dicembre 1972 stabilì, con la risoluzione 2994, la data del 5 giugno come Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Oggi più di allora il pianeta, come recita lo slogan del World Environment Day 2009, ha bisogno di essere protetto dalla minaccia di incontrollati cambiamenti climatici non solo con l’azione dei governi e delle istituzioni internazionali ma anche con l’impegno di ogni singolo individuo.

Ciascuno di noi, nel proprio angolo di terra, ha l’opportunità, in questo “people’s day”, di diventare e sentirsi parte di un’iniziativa globale a favore della tutela dell’ambiente e della gestione sostenibile delle risorse naturali adottando uno stile di vita più “verde”.

Nel sito creato ad hoc dall’Unep si può contribuire in prima persona a suggerire comportamenti e azioni ecocompatibili ad altri cittadini che nel mondo parteciperanno in contemporanea alle celebrazioni. Queste si svolgeranno in tanti diversi paesi con il Messico, peraltro principale partner di Plant for the Planet: Billion Tree Campaign, designato sede ufficiale dell’evento.

Molte le attività organizzate per l’occasione: manifestazioni di strada, parate di biciclette, concerti, seminari, workshop, convegni, campagne di raccolta di rifiuti e riciclaggio.

Tra i momenti clou di quest’anno ci sarà la prima mondiale del film Home e il lancio di Climate Heroes, progetto che intende dare visibilità e palcoscenico a tutti quegli attivisti ambientalisti, eroi anonimi dell’epoca moderna, i quali cercano, all’insaputa del grande pubblico, di ispirare e motivare persone e organizzazioni ad agire in modo ecologico.

5 giugno 2009
Lascia un commento