Dal 9 al 12 novembre al via a Rimini Ecomondo 2011, fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. La 15esima edizione riserva tante sorprese per gli amanti del vivere ‘green’. Una delle aree più interessanti sarà senza dubbio la ‘Città sostenibile': ospiterà 30 progetti nazionali e internazionali di ‘smart cities’, centri urbani che si sono distinti per aver applicato soluzioni avanzate di sostenibilità ed ecocompatibilità.

Si tratta di esperienze innovative che sono riuscite a migliorare gli spazi verdi, la qualità dell’acqua o dell’aria, l’efficienza energetica, la gestione integrata dei rifiuti, ecc. Tra i partecipanti spiccano eEnergia che, in partnership con N2S (gruppo spagnolo), presenterà un progetto di Energy Saving Management, mirato al monitoraggio e all’efficienza energetica all’interno di hotel, ospedali ed altri edifici pubblici e il Gruppo Loccioni, che ha portato avanti alcuni progetti nel campo della mobilità sostenibile e della domotica.

L´obiettivo della mostra è proprio quello di valorizzare questi progetti, le tecnologie e i materiali che ne hanno permesso la realizzazione per favorirne la diffusione e, perché no, anche far fiorire nuove idee e proposte.

La fiera, inoltre, ospiterà la presentazione del primo edificio intelligente del pianeta all’interno del dibattito su ‘Ecoquartieri. Greenbuilding e Sostenibilità: la rigenerazione urbana per la qualità della vita’, a cura di Legambiente, Audis e GBC Italia.  L’idea alla base del progetto è quella di far si che lo sviluppo urbano sia prima di tutto sostenibile e a misura di cittadino non dimenticando però che la ‘green economy‘ può e deve essere anche una strategia utile al rilancio dell’economia.

Novità assoluta dell’edizione 2011 di Ecomondo sarà poi l’Area Demo, dedicata al settore macchine a basso impatto per il riciclaggio inerti, il movimento della terra, la frantumazione e il decommissioning. Altre aree interessanti da visitare saranno Ecobuy, L’isola degli acquisti sostenibili; Education and research, un quartiere espositivo dedicato alla Formazione e alla Ricerca; Sinnova, mostra dell’economia conservativa dell’ambiente e Decommissioning, una zona dedicata al problema della demolizione e riqualificazione di aree dismesse.

Ad Ecomondo sarà inoltre presente la filiera delle bioplastiche biodegradabili e compostabili che vantano la certificazione CIC. Un’attenzione particolare sarà riservata alla riconversione di siti petrolchimici in poli ‘green’.

Quest’anno le adesioni alla fiera da parte degli operatori di settore sono aumentate in modo considerevole, cio’ prova che l’economia verde sta vivendo un momento di grande sviluppo e che tante aziende, anche italiane, non guardano solo al profitto e alla competitività sul mercato ma anche al benessere ambientale.

Fonti:

3 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento