Giunge alla sua sedicesima edizione il CinemAmbiente di Torino, una delle più importanti rassegne cinematografiche mondiali sulle tematiche verdi. Diretto da Gaetano Capizzi e organizzato dal Museo Nazionale del Cinema della cittadina piemontese, la kermesse iniziata il 31 maggio si protrarrà fino al 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente. Molti i film interessanti in concorso, con anche qualche titolo che ha generato scalpore in tutto il mondo.

>>Scopri l’ecologia agli ultimi Oscar 2013

La rassegna, un punto di riferimento a livello internazionale capace di richiamare ogni anno grandi fette di pubblico, quest’anno vede in concorso 80 pellicole, a cui si aggiungono dibattiti, incontri con registi e cast, interventi con esperti ambientali e molto altro ancora. Un festival dalla programmazione davvero imperdibile, così come spiega il curatore Francesco Giai Via:

«Le colonne portanti della manifestazione sono i concorsi, tanti i film che proponiamo in anteprima italiana: si tratta di produzioni internazionali che quando pensano all’Italia pensano al nostro Festival».

Occhi puntati sul Concorso Internazionale Documentari, con 10 titoli in anteprima per l’Italia davvero stupefacenti. Si parte con Fuck For Forest, una pellicola dibattuta a livello mondiale che ricalca le vicende dell’omonimo gruppo di porno-attivisti, e si continua con Blackfish, il documentario sulla vicenda dell’orca assassina Tilikum presentato all’ultimo Sundance Film Festival e di cui si è già parlato diffusamente.

>>Scopri la storia dell’orca Tilikum

Per il Concorso Documentari Italiani, spicca Se Io Fossi Acqua sulle inondazioni di La Spezia e Massa Carrara, e Lucciole Per Lanterne, pellicola sulla gestione delle risorse idriche cilene nel post-Pinochet. Da questa edizione, inoltre, si aggiunge la sezione Concorso Internazionale Documentari One Hour, per i film di durata inferiore di 60 minuti, e La Casa Di Domani, rassegna di cinque produzioni a cavallo tra demografia, sociologia ed economia.

Il festival, che quest’anno si avvale di un budget di 300.000 euro per la metà composto da investimenti privati, vedrà la sua conclusione il 5 giugno, quando si terranno anche le premiazioni. Una giornata non scelta a caso, perché proprio in questa data si festeggia il World Environment Day, la Giornata Mondiale dell’Ambiente promossa dall’United Nations Environment Programme.

2 giugno 2013
Fonte:
Lascia un commento