Oggi alla Casa dell’Architettura di Roma sono stati assegnati i premi degli Eurosolar 2014. La competizione, giunta alla sua ventunesima edizione, premia le eccellenze europee e mondiali nel campo del solare e delle altre fonti rinnovabili. Enel Green Power si è aggiudicata il primo posto nella categoria imprese industriali e commerciali.

A conquistare la giuria tecnica è stata una rivoluzionaria tecnologia per ricavare energia dal moto ondoso. La macchina marina si chiama R115, ha una capacità di 150 kW ed è stata progettata da Enel Green Power in collaborazione con 40South Energy.

Altro progetto italiano premiato agli Eurosolar 2014 è il complesso Nzeb (Nearly Zero Energy Building) urban planning Terra Cielo di Niccolo Aste e Claudio Delpero, arrivato primo nella categoria architettura, costruzioni e urbanistica. Si tratta di un edificio autosufficiente e a basso impatto che sfrutta l’energia geotermica e fotovoltaica per azzerare le emissioni.

Nella categoria associazioni, imprese industriali, università e ricerca, il primo premio è andato a Pyramid lab k2 Nepal di Ardito Desio, un centro di ricerca sui cambiamenti climatici installato a oltre 5 mila metri di altitudine sul monte Everest, in Nepal.

La Svizzera ha conquistato un premio nella categoria Trasporti e mobilità, grazie al camion elettrico della Coop alimentato da un impianto fotovoltaico, e un premio nella categoria Imprese industriali e commerciali per l’edificio autosufficiente dell’industria Flumroc Ag.

La Germania è stata premiata nella categoria amministrazioni locali o regionali e associazioni per l’Energy landscape di Hollich, una zona rurale che ha raggiunto l’autosufficienza energetica puntando tutto sulle fonti rinnovabili. Premiato anche l’edificio passivo “Hof 8″ della Kläre GmbH, una fattoria ristrutturata seguendo i criteri della bioedilizia, arrivata al primo posto nella categoria architettura, costruzioni e urbanistica.

Nella categoria Cooperazione a trionfare è stata Radio Pacis, in Uganda, una stazione radio alimentata grazie all’energia solare.

Infine, nella categoria amministrazioni pubbliche a trionfare è stata la città di Sidney, premiata per il suo Master Plan “Sustainable Sydney 2030″, un piano realizzato con la collaborazione dei cittadini che mira a trasformare la metropoli in una città a zero emissioni.

24 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento