Entro il 2013, negli Stati Uniti tutti mezzi di trasporto in vendita, soprattutto automobili e camion, dovranno essere forniti di apposita etichetta in grado di rendere noti a tutti i potenziali acquirenti i costi e, soprattutto, l’impatto ambientale del veicolo. Un “QR Code”, inoltre, permetterà di confrontare online i consumi e l’ecososteniblità dei diversi modelli.

La disposizione, lanciata dal Dipartimento dei Trasporti americano in collaborazione con l’Agenzia per la protezione dell’Ambiente (EPA), può essere sicuramente definita una vera e propria rivoluzione. La cosiddetta “etichetta energetica” consentirà infatti di determinare con estrema facilità i vantaggi e gli svantaggi associati alla tipologia di propulsore montato sui vari veicoli.

L’etichetta consisterà in una semplice scheda adesiva recante tutte le informazioni sui consumi energetici, l’impatto ambientale (emissioni di gas serra emesse) e, soprattutto, sui risparmi ottenuti dall’acquirente.

Nel caso di veicoli a combustione interna, la scheda dovrà riportare il consumo per percorsi urbani e autostradali, il costo stimato per anno e il risparmio economico che la vettura può teoricamente garantire in 5 anni rispetto alle altre automobili. Per i veicoli elettrici verrà invece indicata l’autonomia e il tempo necessario alla completa ricarica della batteria.

Sull’etichetta sarà infine apposto un giudizio (da 1 a 10) sul rispetto dell’ambiente assicurato dalla vettura. Il voto, elaborato sulla base delle direttive fornite dal Dipartimento dei Trasporti, prenderà soprattutto in considerazione parametri quali l’emissione di gas serra, il risparmio di carburante e la quantità di particolato prodotto.

30 maggio 2011
Lascia un commento