Si chiama Estrella ed è diventata una vera e propria protagonista della rete, da quando è stata scoperta tra le strade di Tingo Maria nel centro del Perù, quindi adottata dal proprietario di un rifugio per cani. La piccola quadupede di diciotto mesi viveva per strada senza l’aiuto di nessuno, probabilmente scaricata proprio per la sua disabilità. Ma questo non le ha impedito di reagire con coraggio alle avversità, infatti Estrella è in grado di camminare sorreggendosi sulle due zampe posteriori. La movenza ricorda quella di un piccolo canguro, ma la cagnolina è piena di vita ed energia e contrasta con entusiasmo i limiti.

Ivan Escobar e Elva Carhuaz, marito e moglie e proprietari del rifugio per cani con sede a Tingo Maria, da tempo si occupano di Estrella. Infatti la cagnolina è parte integrante della struttura e, grazie alla sua presenza, le donazioni hanno subito una crescita in positivo. La stampa locale e quella internazionale hanno scoperto la condizione di Estrella e, da qualche tempo, la cagnolina è protagonista di reportage e servizi televisivi. Questo ha garantito maggiore pubblicità al rifugio PATAS Salvando PATAS, sia dal punto di vista economico che con un aumento delle adozioni stesse.

La coppia è molto legata a Estrella e la supporta in ogni sua scelta. La cagnolina del resto si comporta come tutti i suoi simili, interagendo con gli altri cani come di consueto. Questa pubblicità involontaria nata da un salvataggio ha aperto un varco di luce all’interno della vita del rifugio e dei suoi ospiti. Con l’aumento delle donazioni sono aumentati anche i salvataggi per strada, infatti maggiori sovvenzioni possono garantire migliori possibilità di vita per tutti. Ma la simpatica Estrella, dal manto biondo,non è la sola ad aver intenerito la rete: in passato la piccola Chiquita aveva colpito il web per la sua disabilità. La cagnolina, una randagia di Lima, viveva per strada con il supporto di un carrellino. Il furto dello stesso aveva mosso gli utenti di Internet in una corsa alla solidarietà, in particolare una coppia irlandese che è riuscita a farla giungere in USA e adottarla.

7 gennaio 2016
Fonte:
RT
Lascia un commento