Gli estratti per combattere la ritenzione idrica sono dei succhi freschi, di frutta o verdura, realizzati in casa o acquistati al bar, soprattutto fra quelli più attenti nel fornire alternative sane alle classiche bevande frizzanti o confezionate.

Frutta e verdura di stagione sono sempre – oltre che una fonte di complessi vitaminici, micronutrienti antiossidanti e sali minerali – anche ricchi acqua. Quest’ultima, che in genere rappresenta la maggior parte del peso di un frutto e di un ortaggio, è il primo alleato contro il fastidioso e debilitante fastidio causato dalla ritenzione idrica.

=> Scopri i rimedi naturali contro la ritenzione idrica


Vediamo quali sono le caratteristiche di questa condizione, come si manifesta e quali estratti possono essere efficaci per combatterla, se inseriti in un contesto di stile di vita sano e attivo e di un’alimentazione equilibrata.

Che cos’è la ritenzione idrica

La ritenzione idrica è un disturbo che, nella maggior parte dei casi, colpisce le soprattutto le donne: consiste nella ritenzione dei liquidi in alcune aree specifiche come addome, cosce e glutei. La sensazione di pesantezza, e talvolta l’evidente gonfiore, è fastidiosa e risulta addirittura dolorosa nelle giornate più calde.

In alcuni casi l’edema, ossia il ristagno dei liquidi nei tessuti, è sintomo di alcune patologie anche gravi come disfunzioni cardiache, circolatorie o renali.

In assenza di malattie, la ritenzione idrica deve essere affrontata adottando uno stile di vita sano e attivo:

  • eliminare fumo e bevande alcoliche;
  • ridurre in maniera controllata, e se necessario, il peso corporeo;
  • ridurre al minimo l’apporto di sale con la dieta, sia quello aggiunto alle pietanze sia quello contenuto in snack, olive conservate, insaccati, alcuni formaggi, panificati e prodotti da forno;
  • camminare almeno 30 minuti al giorno, se possibile nuotare e usare la bicicletta per i propri spostamenti;
  • indossare calzature comode ed evitare di mantenere troppo a lungo la medesima postura.

=> Scopri la ritenzione idrica maschile


Nella dieta per combattere la ritenzione idrica, è importante prevedere almeno due porzioni quotidiane di circa 250 g l’una di verdura fresca – meglio condita con poco olio, aceto, limone, erbette aromatiche o spezie – e tre pozioni di frutta fresca, del peso di circa 150 g l’una. Tra i frutti e gli ortaggi, è preferibile scegliere quelli più ricchi di vitamina C e potassio: una dieta ricca di questo micronutriente e povera di sodio favorisce il drenaggio dei liquidi.

Estratto di spinaci, lattuga e limone

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 200 g di lattuga romana lavata e tagliata grossolanamente;
  • 100 g di spinaci;
  • 100 g di limone tagliato e sbucciato;
  • 100 ml di acqua fresca.

Raccogliete tutti gli ingredienti nell’estrattore e azionate. Raccogliete il succo ottenuto in un bicchiere, aggiungete l’acqua e mescolate. Consumate subito, anche al pasto come bevanda.

Il limone, oltre ad aggiungere all’estratto altra vitamina C, favorisce l’assorbimento del ferro vegetale contenuto negli spinaci. In generale, questo estratto contiene una buona concentrazione di minerali, come potassio, calcio e magnesio.

Estratto di pomodori e peperoni

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 200 g di pomodori freschi maturi;
  • 200 g di peperoni lavati e tagliati.

Raccogliete tutti gli ingredienti nell’estrattore e azionate. Raccogliete il succo ottenuto in un bicchiere e consumate subito.

=> Scopri gli estratti anti-cellulite


L’estratto è ottimo servito al pasto, con qualche cubetto di ghiaccio. È da provare anche come bevanda durante un leggero pranzo estivo, in abbinamento con una bruschetta tostata condita con pomodori, basilico fresco, olio extravergine di oliva e mozzarella sminuzzata.

Estratto di pompelmo e anguria

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 200 g di pompelmo sbucciato;
  • 200 g di polpa di anguria fresca.

Scopri come riciclare gli scarti degli estratti


Raccogliete tutti gli ingredienti nell’estrattore e azionate. Bevete il succo a metà mattina o metà pomeriggio: accompagnato da 30 g di frutta secca, è una merenda salutare. La polpa di questo succo, che esce dall’estrattore come scarto, può essere impiegata per realizzare dei gustosi e rinfrescanti ghiaccioli.

14 luglio 2017
Immagini:
I vostri commenti
Angela, sabato 15 luglio 2017 alle11:23 ha scritto: rispondi »

Mi rendo conto di non conoscere affatto quelle che sono le possibilità di sfruttare il più possibile quando ci viene offerto da Madre Natura. Sarà questo mondo consumistico che purtroppo ci porta a non pensare ma ad accettare quanto ci propone. Grazie per il vostro impegno.

Lascia un commento