Per estratti antinfiammatori si intende dei succhi freschi di frutta e verdura, che si possono preparare a casa con l’impiego di un estrattore. Si tratta di un elettrodomestico dalle dimensioni contenute, utile in cucina per la realizzazione proprio di succhi freschi, ottimi per i bambini o per rimettersi e restare in forma. Frutta e ortaggi, oltre a essere sempre una fonte di sali minerali e vitamine, sono ricchi di micronutrienti specifici ideali anche per alleviare alcuni disturbi di lieve intensità.

Il dolore e le infiammazioni di qualunque intensità devono essere trattati secondo le indicazioni del medico, che si occuperà dell’anamnesi, dell’esame obiettivo e dell’individuazione della causa. La dieta quotidiana e gli estratti di frutta e ortaggi possono essere un valido supporto.

Fragole, more, lamponi, mirtilli, ciliegie e tutti i frutti rossi possiedono note qualità antinfiammatorie. Negli studi, gli estratti hanno dimostrato di essere un supporto per combattere i dolori articolari. I mirtilli, ad esempio, sono una ricca fonte di flavonoidi: molecole che inibiscono il processo infiammatorio. Agli estratti di questi frutti potrebbe essere aggiunta la mela: l’acido malico ha dimostrato di possedere proprietà antinfiammatorie.

=> Scopri gli estratti depuranti


Gli ortaggi utili come calmanti delle infiammazioni sono il sedano, le verdure a foglia verde, i cavoli e gli altri vegetali della stessa famiglia. Ai loro estratti si può aggiungere un po’ di zenzero: in diversi studi il suo impiego ha dimostrato di essere utile per combattere l’infiammazione e i dolori articolari e reumatici.

Vediamo tre ricette per realizzare estratti freschi da consumarsi una o due volte al giorno, a colazione o a metà mattina e nel pomeriggio. In quest’ultimo caso, si potrebbe consumare in concomitanza 30 g di frutta secca, sia per rendere la merenda poi completata dal punto di vista nutrizionale, sia per amplificare l’effetto benefico.

Estratto di mirtilli e sedano

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 200 g di mirtilli freschi;
  • 100 g di sedano;
  • 100 ml di acqua fresca.

=> Scopri i centrifugati con il sedano


Lavate frutta e verdura, quindi tagliate in pezzi il sedano e raccogliete tutto nell’estrattore. Azionate, diluite il succo ottenuto con l’acqua fresca e consumate subito.

Estratto di more, lamponi e fragole

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 200 g di mirtilli freschi;
  • 200 g di lamponi freschi;
  • 200 g di fragole fresche;
  • 100 ml di acqua fresca.

=> Scopri come riciclare lo scarto dell’estrattore


Lavate frutta e raccoglietela nell’estrattore. Azionate, diluite il succo ottenuto con l’acqua fresca e consumate subito. Lo scarto di questo estratto è particolarmente gradevole e adatto a essere impiegato per realizzare ghiaccioli casalinghi molto graditi anche ai più piccoli.

Estratto di spinaci, mela e zenzero

Ingredienti per un bicchiere di succo:

  • 100 g di spinaci freschi;
  • 200 g di mele;
  • qualche fettina di zenzero fresco;
  • 100 ml di acqua fresca.

Raccogliete la frutta, gli spinaci lavati e lo zenzero nell’estrattore. Azionate, diluite il succo ottenuto con l’acqua fresca e consumate subito.

Tutti gli estratti si possono consumare freddi, ossia realizzati con frutta e verdura conservate in frigo prima dell’uso, oppure a temperatura ambiente. È consigliabile preferire quest’ultima alternativa quando si soffre di difficoltà digestive: l’abbassamento della temperatura gastrica ha in genere un effetto rallentante sul transito gastrointestinale.

27 luglio 2017
Immagini:
Lascia un commento