Per estratti anti-afa si intendono i succhi ottenuti da frutta e verdura mediante l’impiego dell’estrattore, un elettrodomestico di dimensioni contenute, sempre più diffuso in ambito domestico.

Il funzionamento dell’apparecchio è semplice: applica una lenta e costante pressione della polpa. La spremitura progressiva consente la separazione del succo dalla polpa, quest’ultima raccolta come scarto in un contenitore separato. Il succo fresco contiene acqua e la maggior parte dei micronutrienti tipici dei vegetali, come complessi vitaminici, sali minerali e antiossidanti. Lo scarto è costituita per la maggior parte da fibra alimentare, che può essere consumata in diversi modi.

=> Scopri come riciclare lo scarto degli estrattori


Gli estratti anti-afa, particolarmente diffusi in estate e realizzati con frutta e verdura di stagione, hanno spiccate qualità remineralizzanti, oltre a essere chiaramente una fonte di liquidi di cui il nostro organismo necessita in caso di caldo eccessivo. Vediamo come difenderci dall’afa, nonché le ricette di tre estratti freschi e benefici.

Afa: come e perché difendersi

L’afa – ossia quella situazione climatica estiva caratterizzata da caldo eccessivo, alti tassi di umidità e assenza di vento – è fastidiosa e di difficile sopportazione, nonché pericolosa per alcune persone:

  • anziani;
  • neonati e bambini;
  • pazienti cardiopatici e con malattie cardiovascolari;
  • pazienti con malattie degenerative;
  • persone con ridotta mobilità;
  • lavoratori che operano all’aperto.

Premesso che, nel limite del possibile, è importante evitare di uscire nelle ore più calde della giornata – ossia dalle 11-12 alle 17-18 – è essenziale anche seguire alcune regole comportamentali e alimentari, per supportare l’organismo e difenderci dalla disidratazione e dal colpo di calore. Una condizione pericolosa, anche a rischio di vita, che si manifesta con improvviso malessere generale, mal di testa, nausea, vomito, sensazione di vertigine. Ma anche stati d’ansia e confusionali, perdita di coscienza, aumento della temperatura corporea anche a 40-41° C, calo della pressione arteriosa, pelle secca ed arrossata.

=> Scopri i consigli sul colpo di calore


La pericolosità del colpo di calore è confermata anche dai dati epidemiologici: ad esempio, secondo i dati del Ministero della Salute, nel corso dell’estate del 2015 il 13% dei decessi di soggetti di età superiore a 65 anni è stato attribuibile al caldo.

Bere fino al raggiungimento di 2 litri di liquidi al giorno – si tratti di acqua o anche di estratti freschi di frutta e verdura – è tra le prime regole per proteggersi. Frutta e verdura fresca, nelle ore più calde, dovrebbero anche essere le portate preferite dei pasti.

Estratto di pesca e cocomero

Ingredienti per 1 bicchiere di succo:

  • 300 g di polpa di cocomero fresco;
  • 200 g di pesche;
  • 100 g di limone sbucciato.

=> Scopri le proprietà del cocomero


Raccogliete tutta la frutta nell’estrattore e azionate. Consumate il succo ottenuto subito: a colazione, oppure a metà mattinata e per la merenda, è una bevanda idratante e remineralizzante da assaporare senza l’aggiunta di zucchero. Il succo ottenuto con questa ricetta è particolarmente ricco di magnesio e betacarotene, precursore della vitamina A. L’estratto di pesca e cocomero può essere impiegato anche per la preparazione di ghiaccioli, molto apprezzati a merenda dai bambini.

Estratto di cetriolo e pomodoro

Ingredienti per 1 bicchiere di succo:

  • 300 g di pomodori maturi;
  • 200 g di cetrioli lavati e sbucciati.

Raccogliete tutta la frutta nell’estrattore e azionate. Il succo può essere consumato anche come bevanda al pasto, una o due volte al giorno.

Estratto di zucchine fresche e menta

Ingredienti per 1 bicchiere di estratto:

  • 400 g di zucchine fresche;
  • foglioline di menta fresca;
  • 100 ml di acqua fresca.

=> Scopri come coltivare le zucchine


Raccogliete tutta la frutta nell’estrattore e azionate. Diluite infine il succo ottenuto con acqua. Questo estratto, così come il precedente, è adatto per un consumo come bevanda al pasto.

13 luglio 2017
Immagini:
Lascia un commento