Correre per 7 minuti al giorno può aiutare ad allungare la vita. Ridurre la mortalità con meno di dieci minuti di esercizio fisico giornalieri è possibile stando allo studio presentato dai ricercatori della Iowa State University, negli USA.

Lo studio ha visto il coinvolgimento di oltre 55 mila adulti di età compresa tra i 18 e i 100 anni, oltre ad avere una durata totale di 15. Delle circa 3.000 persone morte in tale arco di tempo circa 1.200 sono decedute per malattie cardiovascolari.

Secondo i dati ottenuti correre è risultata un’attività in grado di ridurre del 30% il rischio di mortalità generale rispetto a chi non eseguiva tale esercizio, mentre restringendo alle sole malattie cardiovascolari la percentuale sale al 45%.

Poco importante secondo i ricercatori la durata dello sforzo, con benefici sostanziali ottenuti sia da chi correva per più di 3 ore a settimana per un totale di circa 10 km, così come chi lo faceva per meno di un’ora (poco più di sette minuti al giorno di media).

Una possibile soluzione per coloro che hanno poco tempo disponibile durante la giornata da dedicare all’attività fisica secondo l’autore principale dello studio, il Dr. Duck-Chul Lee:

Dal momento che il tempo è una delle maggiori barriere per la pratica dell’attività fisica, lo studio potrebbe motivare più persone a cominciare a correre e continuare a farlo come un obiettivo raggiungibile per ottenere benefici rispetto alla mortalità.

29 luglio 2014
Fonte:
Lascia un commento