Esercizio fisico: camminare riduce rischio di malattie cardiache negli over 60

Sono piuttosto noti i benefici dell’esercizio fisico per lo stato di salute in generale. A riconoscerlo è anche un recente studio che è stato condotto dagli esperti dell’Università di Bristol. I ricercatori hanno scoperto che camminare anche soltanto per 10 minuti al giorno potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiache negli over 60.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che un esercizio fisico moderato da praticare regolarmente può abbassare nel sangue i marcatori che indicano l’infiammazione, il rischio della formazione di coaguli di sangue e gli alti livelli di colesterolo, tutti fattori che aumentano il pericolo di incorrere in malattie che interessano l’apparato cardiovascolare.

=> Scopri perché non si dovrebbe bere alcol dopo l’allenamento

In particolare tutto ciò si è notato nelle donne, che hanno ridotto il rischio di malattie cardiache del doppio rispetto agli uomini. Nello studio i ricercatori hanno preso in considerazione 1.600 volontari, tutti di età compresa tra i 60 e i 64 anni.

I partecipanti hanno indossato dei sensori di frequenza cardiaca e dei sensori di movimento per cinque giorni. In questo modo gli esperti hanno potuto seguire le attività quotidiane dei volontari, per monitorare la quantità di esercizio fisico a cui si dedicavano ogni giorno.

Hanno poi esaminato alcuni biomarcatori, come per esempio la proteina C-reattiva, che è prodotta dal fegato e indica l’infiammazione dell’organismo. Per quanto riguarda il colesterolo hanno esaminato i livelli di leptina e i livelli di adiponectina, che regola il glucosio.

=> Leggi perché secondo gli esperti la corsa è più efficace dei farmaci

I risultati sono stati molto evidenti, perché tutti questi valori si riducevano in corrispondenza di almeno 10 minuti di attività fisica o di azioni della vita quotidiana che comunque implicavano il movimento. Il dottor Ahmed Elhakeem, ricercatore dell’Università di Bristol, ha fatto notare:

La fascia di età compresa tra i 60 e i 64 anni rappresenta un importante momento di passaggio, in cui i comportamenti legati allo stile di vita tendono a cambiare. Inoltre il rischio di malattie cardiovascolari è maggiore negli anziani. Per questo è importante capire in che modo l’esercizio fisico può influenzare il rischio in questa fascia di età.

9 agosto 2018
Lascia un commento