Svolgere 30 minuti di esercizio fisico al giorno per ridurre il rischio di tumore al seno. A confermare l’efficacia di una sana attività fisica giornaliera intensa sono i ricercatori della Oxford University, secondo i quali basterebbe mezz’ora di allenamento quotidiano per una riduzione pari a un quinto del pericolo di sviluppare patologie tumorali mammarie.

L’esercizio fisico giornaliero deve essere intenso secondo i ricercatori britannici, simile a quello praticato durante le sedute di ginnastica aerobica, Zumba o step. Dai dati raccolti emergerebbe anche come le donne in sovrappeso risulterebbero più a rischio rispetto a coloro che sono magre e in forma.

Incluse nello studio condotto dai ricercatori della Oxford University sono state 126.000 donne che hanno sperimentato la menopausa, annotando se abbiano o meno manifestato durante il periodo di ricerca, durato tre anni, una forma di tumore al seno. Alle partecipanti sono stati proposti inoltre alcuni questionari nei quali indicare il proprio peso, la quantità e tipologia di esercizio fisico svolto oltre alle abitudini alimentari e se fossero o meno fumatrici.

Tre ore di esercizio fisico intenso a settimana sarebbero valse per le donne una riduzione del rischio del 21% di sviluppare un tumore al seno rispetto a coloro che svolgevano poca o nessuna attività. Coloro che erano in sovrappeso al momento dello studio mostravano al contrario un aumento del pericolo di patologia tumorale del 55%.

I ricercatori indicherebbero nell’esercizio fisico intenso un metodo per ridurre il rischio di tumore al seno valido non soltanto in chiave di riduzione del grasso in eccesso, collegato a un maggior livello di estrogeni e a una conseguenza più rapida crescita delle cellule tumorali. L’attività fisica potrebbe influire, concludono gli studiosi, in maniera diretta sul livello di estrogeni.

3 novembre 2014
Fonte:
Lascia un commento