Esercizio fisico: 30 minuti a settimana per tornare in forma

Tutti conosciamo i benefici dell’esercizio fisico per la nostra salute, ma spesso non ci sentiamo così energici da dedicare parte del tempo della giornata all’attività fisica, specialmente quando fa freddo. La mancanza di motivazione è senza dubbio uno dei motivi per i quali le promesse che facciamo a noi stessi all’inizio dell’anno non vengono rispettate. A volte ci si arrende anche per la mancanza di tempo, quando si affrontano delle giornate particolarmente intense.

Per questo il dottor Michael Mosley ha deciso di mettere a punto un programma della durata di sei settimane basato interamente sulle ultime scoperte scientifiche, che possa aiutare a superare la mancanza di motivazione che spesso si riscontra quando si ha intenzione di effettuare dell’esercizio fisico.

È un modo molto semplice e rapido per mantenersi in forma e quindi il dottor Mosley assicura che non esistono delle scuse per non metterlo in pratica. Il metodo consiste nell’utilizzare per dieci minuti una cyclette per tre volte alla settimana, oltre a fare dei semplici esercizi di potenziamento rapido, come gli addominali o lo squat, che non richiedono delle speciali attrezzature.

In genere non basta l’esercizio fisico per perdere i chili di troppo, quindi il dottor Mosley suggerisce anche di resistere agli spuntini. La particolare attività prevista in questo allenamento potrebbe essere importante anche nel ridurre l’appetito, diminuendo i livelli dell’ormone della fame.

L’allenamento in questione prevede delle brevi sessioni di esercizio fisico intenso effettuate in successione. Questo può determinare dei miglioramenti evidenti anche nel controllo della glicemia in un periodo di tempo ridotto.

Il dottor Niels Vollaard, della Stirling University, ha dimostrato che un breve allenamento intenso effettuato tre volte alla settimana riesce a portare dei miglioramenti uguali a quelli che si osservano dopo un numero simile di allenamenti svolti per 45 minuti, ma con una minore intensità.

22 gennaio 2018
Lascia un commento