Basta un’ora a settimana di allenamento di resistenza per ridurre del 29% il rischio di sviluppare il diabete. Questo tipo di esercizio fisico aiuta anche a prevenire l’ipertensione e l’obesità. A rivelarlo è uno studio del Radboud University Medical Center nei Paesi Bassi. Gli esperti hanno potuto osservare che la miglior combinazione è quella composta da prove di resistenza e dagli esercizi aerobici.

=> Scopri perché lo Yoga è ritenuto efficace contro il diabete

È stato visto che svolgere sessioni di allenamento per più ore non serve a ridurre ancora di più il rischio di sviluppare malattie. Allenarsi con più intensità non significa apportare ulteriori benefici alla salute dell’organismo.

È possibile ottenere un effetto positivo con un esercizio moderato, che si può svolgere in due sessioni da 30 minuti a settimana. Secondo Esmée Bakker, autore principale dello studio, i risultati dovrebbero essere inclusi nelle raccomandazioni mediche per la prevenzione della sindrome metabolica e delle malattie cardiovascolari.

=> Scopri i benefici dell’avocado contro colesterolo e diabete

Il diabete, l’ipertensione e l’obesità sono delle condizioni molto comuni e a volte possono presentarsi contemporaneamente. Si tratta di una situazione molto pericolosa per la salute, che deve essere contrastata anche con un’alimentazione sana, smettendo di fumare e riducendo il consumo di alcol.

Nella ricerca sono stati coinvolti più di 7000 partecipanti, che all’inizio erano in buone condizioni di salute. Gli studiosi hanno analizzato la condizione di partenza dei soggetti e hanno notato che nel corso dello studio il 15% dei partecipanti ha sviluppato una sindrome metabolica.

L’allenamento condotto per un’ora a settimana ha ridotto il rischio del 29%. Non ha fatto molta differenza svolgere l’esercizio solo nei fine settimana o nel corso dei sette giorni. Nello studio si è tenuto conto anche dell’influenza di altri comportamenti, come ad esempio il fumo.

15 giugno 2017
Lascia un commento