Via Bisceglie a Milano rientra ufficialmente nelle zone pericolose per i cani, da quando qualche malintenzionato ha deciso di spargere polpette avvelenate. Una scoperta allarmante per i tanti possessori di cani che hanno dovuto fare i conti con la realtà: carne imbottita di topicida. Un’arma letale per i quadrupedi d’affezione, per questo la Polizia Locale ha disposto la chiusura temporanea dello spazio verde. Una vera e propria caccia al tesoro, con il ritrovamento di moltissime polpette farcite al veleno buttate di proposito per avvelenare il maggior numero di esemplari da compagnia.

Questo purtroppo non è l’unico caso allarmante, ma segue un fatto simile avvenuto in via Koch a Corsico dove sono stati rinvenuti 20 chilogrammi di croccantini avvelenati versati sempre nell’area disposta per i cani. Una zona piuttosto vicina a quella di via Bisceglie, si presume quindi vi sia una matrice comune orientata a eliminare un numero crescente di animali. La Polizia Locale ha allertato i proprietari della zona, affiggendo cartelli, bloccando l’ingresso alle zone pericolose e utilizzando i mezzi di comunicazione.

Chiunque abbia un cane e frequenti quella zona della città faccia la massima attenzione. Fino a quando il responsabile non sarà individuato, il rischio che vengano fatti altri tentativi di avvelenamento è concreto.

La pratica delle polpette e del cibo avvelenato, con topicida o con lamette e chiodi, è un problema che investe le grandi aree verdi delle città ma anche delle cittadine più piccole. Una violenza che incide negativamente sulla salute del cane di casa, dall’intossicazione curabile se presa per tempo, fino all’avvelenamento e morte tra atroci spasmi. Importante quindi monitorare sempre i movimenti del proprio amico, evitando di liberarlo troppo lontano dalla propria visuale e controllo.

24 ottobre 2013
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento