Tempo di bilanci per l’industria energetica britannica. L’anno che si è appena concluso è stato caratterizzato dal declino del carbone, che ha perso velocemente quota nel mix energetico del Regno Unito. Per la prima volta nel 2016 la produzione di elettricità nelle centrali a carbone britanniche è stata inferiore alla generazione eolica.

=> Leggi le novità per il settore Eolico

A evidenziare lo storico sorpasso è stata un’analisi realizzata dal portale specializzato Carbon Brief. Nel 2016 l’eolico ha rappresentato una fetta dell’11,5% dell’elettricità generata complessivamente nel Regno Unito. Un dato che si discosta di appena lo 0,5% rispetto al 12% registrato nel 2015.

La produzione di elettricità dal carbone ha invece toccato la soglia più bassa degli ultimi 80 anni. Una notizia accolta con entusiasmo dagli ambientalisti britannici, che intravedono nel collasso del carbone un segnale chiaro della transizione energetica in corso verso le fonti rinnovabili.

=> Scopri i rischi per le rinnovabili UK con il taglio agli incentivi in arrivo

La fine dell’era del carbone si deve soprattutto alla chiusura di tre delle più grandi centrali a carbone britanniche. Lo stop alla produzione nei tre mega impianti avvenuto nel 2016 ha fatto precipitare la generazione di elettricità dal carbone dal 22,6% registrato nel 2015 a quota 9,2%. Nel 2016 nel Regno Unito in più giorni la produzione di elettricità dal carbone è stata pari a zero. Per ben 6 mesi il fotovoltaico ha prodotto più energia del carbone.

Secondo Simon Evans di Carbon Brief il sistema elettrico britannico sta cambiando rapidamente. Oggi la rete nazionale non dipende più da poche grandi centrali fossili, bensì da migliaia di nuovi impianti più piccoli alimentati perlopiù da fonti rinnovabili.

I parchi eolici onshore rappresentano un investimento più conveniente persino rispetto alle centrali fossili più avanzate e al nucleare di nuova generazione.

Gli sforzi compiuti dal Governo e dall’industria privata per decarbonizzare la produzione elettrica stanno dando ottimi risultati. Entro il 2025 il Regno Unito dirà addio per sempre al carbone, ma la chiusura delle ultime centrali ancora operative è attesa già nei prossimi 5 anni a causa dei costi divenuti insostenibili per i produttori.

9 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
ROSARIO, lunedì 9 gennaio 2017 alle14:07 ha scritto: rispondi »

SALVE . VOLEVO SAPERE SE CI SARA' LA PROROGA SINO A DICEMBRE DEGLI INCENTIVI SULL'EOLICO

Lascia un commento