Il TAR siciliano rilancia l’eolico nell’isola. Accolto il ricorso presentato da un’azienda per la costruzione di tre parchi eolici in Sicilia, i cui progetti erano stati bloccati dalla moratoria messa in atto dalla Regione Sicilia.

Il fermo all’eolico era stato imposto dalla giunta siciliana attraverso una serie di provvedimenti approvati nel 2013 e sospesi già a gennaio 2014. È però solo con la sentenza N°1803/2013 del TAR della Sicilia che l’iniziativa promossa dall’ex assessore all’Energia Nicolò Marino ha ricevuto lo stop definitivo.

Può finalmente ripartire l’eolico nell’isola secondo ANEV, dopo che per mesi la Regione Sicilia ha ostacolato in maniera illegittima la costruzione di nuovi impianti, bloccandone le autorizzazioni con la sospensione del calendario delle Conferenze dei Servizi. Un tentativo realizzato, prosegue l’associazione, attraverso provvedimenti contraddittori che hanno creato evidenti problemi alle aziende coinvolte.

A tenere però ancora alto il livello di allerta alcune recenti affermazioni del Presidente della Regione Sicilia Crocetta, deciso più che mai a proseguire nella sua azione contro la costruzione di nuovi parchi eolici sull’isola.

Iniziative che secondo ANEV vanno contro lo sviluppo delle energie rinnovabili in Italia e che procedono in direzione opposta a quella intrapresa dal Paese, in merito sia alla creazione di nuovi posti di lavoro “green” che al taglio dei livelli delle emissioni di CO2.

A questo potrebbe aggiungersi, prosegue l’Associazione Nazionale Energia del Vento, la possibilità che la Regione sia chiamata dalle stesse aziende danneggiate a rispondere del danno economico subito.

Una situazione nella quale potrebbe trovarsi in futuro anche il Molise, al centro delle polemiche per la proposta di legge “Misure urgenti per la gestione coordinata delle energie rinnovabili e la tutela della biodiversità nella Regione Molise”. Un testo all’interno del quale vi sarebbero, conclude ANEV, norme altrettanto illegittime e in contrasto con quelle che sono le Linee Guida nazionali.

4 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento