Il Consiglio regionale della Campania ha deciso di bloccare la realizzazione di nuovi impianti eolici. L’amministrazione non concederà nuove autorizzazioni fino alla messa a punto e all’approvazione di un piano energetico regionale. La misura è contenuta in una mozione firmata dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione.

Il documento è stato approvato all’unanimità dal Consiglio regionale. Le disposizioni della giunta campana congeleranno le richieste di autorizzazione per la realizzazione di impianti eolici nelle province di Avellino e Benevento. Il Movimento 5 Stelle campano nella mozione ha espresso preoccupazione per le infiltrazioni mafiose nel settore eolico campano. I pentastellati hanno lamentato la sovra-incentivazione della tecnologia.

Tra le motivazioni che hanno spinto i 5 Stelle a presentare la mozione figura inoltre l’impatto degli impianti eolici sul paesaggio. Viglione ha chiesto al Consiglio regionale di tutelare il territorio dell’Alta Irpinia e dell’Alto Sannio ottenendo la dichiarazione di notevole interesse pubblico, riconosciuta in base al Codice dei beni culturali e del paesaggio. Il rilascio dei Certificati Verdi nelle due aree è stato sospeso.

Viglione ha fatto notare che il fabbisogno energetico residenziale della Provincia di Avellino è soddisfatto interamente dall’eolico. La costruzione di nuovi impianti pertanto sarebbe dannosa e inutile. La Regione Campania si è impegnata a far rispettare le norme sul risarcimento ambientale versato dai produttori ai Comuni. La giunta ha inoltre accolto la richiesta del Movimento 5 Stelle di discutere la modifica del D.lgs. n. 387/2003 che disciplina la promozione delle energie rinnovabili.

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha chiesto e ottenuto di salvaguardare i funzionari pubblici dai problemi amministrativi correlati all’approvazione della mozione. Il testo del documento è inoltre stato modificato per permettere alla Regione di premiare i progetti eolici sostenibili e all’avanguardia. De Luca ha sottolineato che la tutela del paesaggio è compatibile con la realizzazione di impianti eolici che obbediscano a criteri di sostenibilità ambientale:

Utilizziamo la mozione per introdurre elementi di premialità legati all’innovazione tecnologica in relazione alla dimensione e alla sostenibilità degli impianti.

Vincenzo Viglione ha espresso soddisfazione per l’approvazione della mozione, parlando di una grande vittoria:

La sospensione dei nuovi impianti eolici nei territori tra l’Irpinia e il Sannio e l’elaborazione di un piano energetico è un importante passo in avanti.

Viglione ha sottolineato che la Regione ha il dovere di tutelare il territorio e l’economia locale, fondata sull’agricoltura e sul turismo:

Dobbiamo far cessare il business dei grandi gruppi che stanno aggredendo la Campania e dietro ai quali spesso di annida la criminalità.

24 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
padovani.renatoi@gmail.com, mercoledì 24 febbraio 2016 alle21:08 ha scritto: rispondi »

Mi sembra la solita sortita di personaggi che non sanno cosa dire .Non sarebbe male se tornassero a fare quello che facevano prima Normalmente le pale ( specialmente quelle da 60 KW vengono installate in zone dove l’Agricoltura non esiste magari qualche Pascolo , e questo non disturba perché non si sentono rumori. Per quanto riguarda l’l’infiltrazione Mafiosa farebbero bene ad andare a controllare chi sono i Mafiosi e non disturbare chi lavora e da lavoro. Aggiungiamo anche ( sicuramente non sono a conoscenza ) che le Pale eoliche ((piccole ) vengono installate nelle altre Regioni del Sud Italia perché nelle altre il vento non è sufficiente Ad eccezione di Sardegn e Sicilia Cordialmente Renato Padovani

Lascia un commento