La capacità eolica mondiale del 2013 sarà inferiore a quella del 2012: a dirlo è il nuovo rapporto Windpower Monthly, edito dal Global Wind Energy Council. Il GWEC però spiega: la produzione di energia eolica durante il corso dell’anno rallenterà meno di quel che gli analisti avevano previsto.

Il GWEC ha stimato che nel 2013 le nuove installazioni saranno inferiori di poco ai previsti 40 GW: meno delle installazioni del 2012, che hanno toccano i 46,6 GW di capacità.

È nell’ultimo trimestre dell’anno che l’eolico dovrà accelerare bruscamente se i produttori vogliono davvero sopperire alle carenze dei primi nove mesi del 2013: solamente 16,1 GW di nuova capacità sparsa in tutto il mondo, dei quali circa 9 GW in Asia e 5,7 GW in Europa. Inoltre, il Global Wind Energy Council prevede che sarà il nucleare il vero “competitor low carbon” per il settore eolico mondiale.

Secondo le previsioni degli analisti ad aumentare la corsa produttiva saranno soprattutto i produttori americani, grazie in particolare all’estensione del sistema di detrazioni fiscali con il Production Tax Credit, rinnovato per tutte le installazioni avviate nel corso del 2013. Inoltre, si legge del report, i due maggiori produttori di turbine, ovvero Vestas e Nordex, hanno aumentato il proprio volume d’affari del 60-70% rispetto al primo semestre 2013.

L’eolico europeo ha avuto e avrà, invece, poco slancio: a parte il Regno Unito che, grazie ai parchi marini conta 3,65 GW di capacità eolica operativa e altri 4,26 GW in previsione, il resto della comunità non vedrà particolari picchi produttivi durante il resto dell’anno.

Anche il nostro Paese viene annoverano fra i produttori che hanno rallentato: con un obiettivo di 8,5 GW complessivi, l’Italia ha installato fin ora appena 243 MW. Questo, secondo gli analisti, è dovuto anche e soprattutto ai cambiamenti che il nuovo sistema di registri e aste ha comportato.

La Cina sarà ancora la principale produttrice di energia eolica, ma anche l’India ha visto uno sviluppo abbastanza rapido: con l’obiettivo di ottenere 60 GW di capacità entro il 2017, l’India prevede, per il 2013, di installare 2 GW di nuova capacità.

Segnala il report, anche Sudafrica, Marocco e Thailandia contribuiranno, come mercati emergenti, in maniera importante allo sforzo per il raggiungimento dei 40 GW mondiali previsti per quest’anno.

8 ottobre 2013
Lascia un commento