Gli impianti eolici non rappresentano un pericolo per la salute. Non ci sarebbero prove sufficientemente certe per affermare che la tecnologia eolica possa arreccare danni per l’uomo come ad esempio irritabilità e insonnia secondo le autorità australiane. A sostenerlo il professor Warwick Anderson, direttore esecutivo del National Health and Medical Research Council, in una ricerca promossa dal governo australiano guidato da Tony Abbott.

Le prove a suffragio della presunta pericolosità degli impianti eolici sono state definite dal professor Anderson di “scarsa qualità” e non sufficienti a rappresentare una condanna per la tecnologia eolica. Come spiega lo stesso ricercatore:

Non vi sono prove attendibili e consistenti che gli impianti eolici causino direttamente effetti nocivi sulla salute dell’uomo.

In riferimento alla presunta azione di danneggiamento da parte dell’eolico riguardo l’umore o la qualità del sonno, il professor Anderson sottolinea come i dati resi disponibili dai precedenti studi presentino importanti lacune che sarà necessario colmare con ulteriori ricerche, da realizzare con gli standard più elevati:

Alcune prove consistenti, ma di scarsa qualità evidenziano che la vicinanza con i parchi eolici sia associata con l’irritabilità e, meno consistentemente, con i problemi del sonno e una peggiore qualità della vita. In ogni caso, non sappiamo se questi effetti siano davvero ricondubili agli impianti eolici stessi o derivati da fattori correlati.

Su questa linea anche il commento del responsabile per le politiche del National Health and Medical Research Council (NHMRC), Russel Marsh, che ha così evidenziato quanto contenuto nella nota diffusa dall’istituto australiano:

La posizione dell’NHRMC espressa nella nota è in linea con gli avvisi diffusi dai dipartimenti per la salute dei dipartimenti di New South Wales e Victorian, entrambi i quali hanno affermato come un rumore al di sotto della soglia uditiva non possa rappresentare una minaccia per la salute delle persone.

In questo modo dovrebbero essere rassicurati coloro che vivono nelle vicinanze di impianti eolici operativi o in fase di costruzione che la loro salute non ne verrà influenzata.

24 febbraio 2014
Fonte:
Lascia un commento