Nel tentativo di ridurre la dipendenza dal carbone e mantenere fede ai suoi impegni sul clima, la Cina sta accelerando la transizione verso le energie rinnovabili. Lo dimostrano anche gli ultimi dati pubblicati dal Global Wind Energy Council. Nel 2015 la Cina ha superato l’Unione Europea per potenza eolica installata. Lo scorso anno in Cina le nuove installazioni eoliche hanno superato la soglia dei 30 GW. Una cifra record che corrisponde a circa la metà delle nuove installazioni registrate a livello globale.

Il Paese può ora vantare una potenza eolica installata di 145,1 GW totali a fronte dei 141,6 GW connessi complessivamente negli Stati membri dell’UE. Il 2015 è stato un anno positivo anche per l’eolico statunitense, che ha chiuso l’anno con una potenza installata di 8,6 GW. Il merito è dell’appoggio ricevuto dal Congresso, che ha creato un clima favorevole per gli investitori.

Bene anche la Germania che ha aggiunto 6 GW di nuova potenza eolica, di cui 2,3 GW provenienti dall’eolico offshore. Al quarto posto tra i Paesi con le performance migliori nel 2015 si piazza il Brasile, che lo scorso anno ha aggiunto 2,7 GW di potenza eolica. Il Paese sudamericano è seguito a ruota dall’India, a quota 2,6 GW.

L’Italia nel 2015 non è riuscita a classificarsi tra i primi 10 Paesi del mondo per nuova potenza eolica installata. Le nuove installazioni si sono attestate sui 295 MW. Nella top ten dei Paesi con la maggiore potenza eolica installata l’Italia mantiene però il nono posto, a quota 8,9 GW.

Il rapporto del Global Wind Energy Council rivela che il 2015 è stato un anno positivo per l’industria eolica mondiale. La nuova potenza installata a livello globale ha raggiunto i 63 GW, pari a una crescita del 22% rispetto alle installazioni rilevate nel 2014. A trainare il mercato è stato proprio il record di nuove installazioni registrato in Cina. Alla fine del 2015 la potenza eolica installata globalmente ha raggiunto i 432,4 GW, facendo segnare un +17% rispetto a dicembre del 2014.

19 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento