Il mercato dell’eolico nel 2014 è stato dominato da Cina e Stati Uniti. A dimostrarlo sono i dati di Bloomberg New Energy Finance. Gli USA in particolare hanno aumentato la produzione di 5 volte rispetto all’anno precedente. Superati solo dalla Cina, che regna sullo scenario globale con un 40% di nuove installazioni avvenute nel corso del 2014.

Benchè la Cina abbia installato 20,7 GW per quanto riguarda l’eolico, una quantità pari a quattro volte quella installata negli Stati Uniti, è Washington ad aver fatto un vero e proprio balzo in avanti: a fronte di 764 megawatt l’anno precedente, con l’eolico onshore gli americani hanno toccato quota 4,7 GW.

Merito in gran parte, secondo gli analisti di Bloomberg, dell’estensione della Tax Credit: attualmente, il totale degli impianti eolici onshore negli Stati Uniti è pari a 64,2 MW. Malgrado i grandi passi avanti compiuti dal settore negli States la Cina rimane il gigante che domina il comparto a livello mondiale con una capacità eolica pari a 96 GW.

Le produzioni eoliche cinesi hanno superato le fonti fossili: l’eolico è la principale fonte di energia, seguita da carbone, idroelettrico e nucleare, scivolato per la prima volta al quarto posto. Inoltre, la Cina tende a favorire i produttori interni: nel 2014 gli operatori stranieri hanno avuto meno del 2% del mercato.

Per quanto riguarda l’analisi globale, dopo Cina e Stati Uniti si trovano Germania (3,2 GW), Brasile (2,7 GW), e India (2,3 GW). Non sono solo gli Stati Uniti, dunque, a crescere in modo sostenuto: il Brasile ad esempio è arrivato a produrre cinque volte il suo maggior risultato, cioè quello del 2011, quando aveva installato appena 500 MW.

I balzi in vanti nel settore dell’eolico non solo l’unica nota positiva per i settore eolico nel 2014: come riporta l’analisi di Bloomberg, una parte delle strutture già avviate, ma in fase di stallo sono tornate a vita nuova grazie ai molti progetti di recupero e innovazione. David Hostert, europeo analista eolico per BNEF, ha spiegato:

La vera novità di quest’anno è il repowered di progetti esistenti, rimesse a nuovo con turbine di ultima generazione, per un totale di 1 GW: questo significa fare un uso migliore dei siti eolici già funzionanti, aprendo nuove opportunità per sviluppatori e proprietari in un mercato maturo.

23 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
cina | Usa
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento