L’eolico statunitense è in piena espansione. Secondo i dati diffusi dall’American Wind Energy Association (AWEA), nei primi 9 mesi del 2014 le nuove installazioni hanno superato il totale raggiunto nel 2013.

Quest’anno negli Stati Uniti sono stati già completati 19 grandi progetti di parchi eolici. Tom Kiernan, CEO della AWEA, ha spiegato la ragione principale di questo boom:

L’industria eolica statunitense ha risposto all’estensione della Production Tax Credit nel 2013 stabilendo un record per il numero di nuovi parchi eolici in costruzione e raggiungendo i costi più bassi dell’energia eolica mai visti.

Effettivamente, basta dare un’occhiata ai dati diffusi dal Dipartimento dell’Energia USA per rendersi conto di quanto siano calati i costi dell’energia eolica negli Stati Uniti. Negli ultimi 5 anni, i prezzi dell’eolico si sono abbassati di oltre la metà.

Grazie alla continua innovazione tecnologica, l’energia eolica è diventata così conveniente da rappresentare un investimento irresistibile per produttori e consumatori, ha spiegato Kiernan.

Secondo gli esperti della AWEA il Congresso americano dovrà fare il possibile per sostenere la crescita dell’eolico e fornire ai cittadini energia elettrica a basso costo, evitando scivoloni come la sospensione delle agevolazioni fiscali che lo scorso anno ha rischiato di far precipitare del 92% le nuove installazioni.

D’altra parte, investire nell’eolico conviene anche e soprattutto al Governo. Diversi report diffusi nei mesi scorsi hanno confermato che l’energia eolica è più competitiva di molte altre fonti ed è persino più conveniente del carbone, se si prendono in esame i costi sanitari legati ai combustibili fossili.

Come fa notare Michael Goggin, a capo del settore ricerca della AWEA:

L’energia del vento ha creato un ritorno economico di miliardi di dollari, riducendo drasticamente l’inquinamento che minaccia la salute pubblica e l’ambiente, ma i produttori non hanno tratto profitti da questi benefici.

L’obiettivo principale del Governo americano ora è di offrire stabilità al mercato eolico, mantenendo i prezzi bassi e incentivando ulteriormente e a lungo termine le nuove installazioni.

22 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento