Eolico: arriva Wing 7, la turbina “volante”

Il prossimo passo nella tecnologia eolica potrebbe essere una turbina volante. Si chiama Wing 7 e ha come obiettivo lo sfruttamento dei venti più potenti, quelli ad alta quota. A lanciarla la Makani Power durante il premio annuale per l’innovazione promosso dalla rivista Popular Mechanics. Una soluzione decisamente insolita rispetto a quelle fino ad ora proposte dalla principali aziende di settore.

Eolico e minieolico stanno dando vita a grandi innovazioni, come ad esempio la “Libellula” di Renzo Piano presentata nei giorni scorsi a Rovereto, in Trentino. Ulteriore dimostrazione il Wing 7, che secondo i suoi sviluppatori sarebbe in grado di produrre il doppio dell’energia ricavata dai normali sistemi che sfruttano le correnti ventose.

Vediamo qualche numero e un paio di curiosità sulla nuova “turbina volante“. Cominciamo dalla forma, che rappresenta una sorta di ibrido tra un elicottero, un aereo e un robot. Il suo peso è di circa 56 chili, mentre la sua “apertura alare” è pari a 8 metri. Il modello presentato si comporta sostanzialmente come un aeroplano sia per quanto riguarda il decollo che per il volo, durante il quale è capace di mantenere la propria altitudine (circa 500 metri) sfruttando le correnti ventose. In caso di vento di intensità pari a circa 35km/ora, il Wing 7 può arrivare ad una potenza di 20 kW.

Nella versione che verrà commercializzata, le previsioni dicono per il 2015, l’apertura alare dovrebbe estendersi a 35 metri mentre si parla per la potenza di un valore pari a 1 MW e un’altitudine compresa tra i 200 e 400 metri. Dalla Makani sottolineano come il costo di produzione dell’energia sarà assolutamente competitivo rispetto al carbone.

20 ottobre 2011
Fonte:
I vostri commenti
Stefanof73, giovedì 20 ottobre 2011 alle19:29 ha scritto: rispondi »

fonti di energia rinnovabili? prima bisogna dare un taglio agli sprechi di energia... Da dove cominciare? Da quanta immondizia produciamo ogni giorno...e quanta roba buttiamo via.. 

Lascia un commento