Microturbina larga quanto una moneta sostituirà le batterie

Una microturbina tascabile. L’insolita novità arriva dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) ed è stata ideata dal ricercatore genovese Emanuele Guglielmino. Una nuova strada per la produzione di elettricità racchiusa in appena 14 millimetri. Corrisponde all’incirca alle dimensioni di una moneta da un euro la grandezza del prototipo realizzato e ora pronto a dar vita a una nuova generazione di turbine.

La microturbina dell’IIT sfrutta per l’alimentazione di sensori e misuratori un sistema di funzionamento denominato “energy harvesting”, in grado di assorbire ridotte quantità di energia meccanica o dei fluidi presenti nell’ambiente o all’interno di impianti industriali. Interessante anche la durata di vita della turbina, che l’IIT stima in 10 anni. Il suo utilizzo potrebbe consentire notevoli risparmi non soltanto in termini di spazio, considerate le sue dimensioni particolarmente minute, ma anche relative ai collegamenti elettrici di alcune tipologie di impianti. Come spiega lo stesso Emanuele Guglielmino, ricercatore e team leader presso l’Istituto Italiano di Tecnologia:

La struttura compatta e la capacità di generare autonomamente fino a 30W, rende la microturbina una tecnologia adatta a sostituire le batterie o a ricaricarle, in particolare all’interno di impianti distribuiti su grandi estensioni o in zone remote, riducendo l’utilizzo dei cavi elettrici associati.

Tra gli esempi forniti dall’IIT la possibilità di produrre energia sfruttando aria o gas in pressione. Questo permetterebbe secondo i ricercatori l’utilizzazione nei settori alla fornitura di strumentazione per gas e acqua come per il comparto ferroviario e nautico. Un progetto che ha conseguito nel 2012 molteplici riconoscimenti nel campo dell’innovazione energetica e che sembra ora pronto per affrontare la fase finale, quella della concreta realizzazione.

11 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Mary Marano, martedì 12 febbraio 2013 alle12:04 ha scritto: rispondi »

Con una cinquantina di queste e tutto il vento che ho sul terrazzo mi ci pagheri la bolletta per intero ed anche oltre!

Lascia un commento