Buone notizie in arrivo per tutti coloro che intendono acquistare un’auto elettrica. Entro la fine dell’anno, dovrebbe essere approvata in Italia una legge che garantisce una serie di incentivi all’acquisto di vetture ecologiche e, in particolare, di quelle elettriche.

La notizia è emersa nell’ambito di un’audizione parlamentare che si è tenuta a Capena, presso la sede di Nissan Italia, e che ha registrato la partecipazione dei componenti delle Commissioni Trasporti e Attività Produttive del Parlamento.

L’incontro, a cui era presente l’amministratore delegato della filiale italiana della casa automobilistica nipponica, Andrea Alessi, è servito non solo a manifestare l’intenzione del governo di incentivare l’utilizzo di auto ecologiche ma anche per effettuare direttamente un test drive della nuova vettura elettrica Leaf, la cui commercializzazione in Italia inizierà a fine 2011.

Nonostante negli altri paesi europei siano già disponibili dei bonus statali per i privati e per le aziende, in Italia il dibattito sulle auto ecologiche risale al 2009 e in questi ultimi due anni non stato ancora proposto un vero e proprio disegno di legge.

Il presidente della Commissione Trasporti, Mario Valducci, ha affermato:

Abbiamo verificato che ormai la tecnologia ha fatto passi da gigante e che guidare una vettura elettrica è come guidare un’auto normale. Alla Camera il provvedimento potrebbe essere approvate anche prima dell’estate, per poi passare al Senato. Io sarei già molto soddisfatto se entro 12 mesi potesse diventare legge, anche perché se vedesse la luce tra fine anno e i primi mesi del 2012 sarebbe in linea con la prevista commercializzazione in Italia di diverse auto elettriche.

Il provvedimento dovrebbe garantire gli incentivi principalmente in base alle emissioni del veicolo, non escludendo quindi dalle agevolazioni le auto a metano o qualsiasi veicolo in grado di abbattere la produzione di Co2. Prevista infine la possibilità di correlare il bollo auto non solo alla potenza dell’automobile ma anche all’inquinamento prodotto.

Secondo il deputato della Commissione Attività Produttive, Gabriele Cimadoro:

Il provvedimento dovrebbe anche inserire un riferimento all’obbligo per le grandi flotte o comunque a quelle pubblico-istituzionali ad acquistare auto elettriche, soprattutto per favorire la diminuzione del prezzo di vendita di questa tipologia di vetture.

Molto probabilmente, l’ammontare degli incentivi all’acquisto di auto ecologiche non sarà in linea con la media di 5.000 euro riconosciuti negli altri Paesi europei ma, fattori quali il minor costo della manutenzione richiesta e del carburante adottato e le agevolazioni già previste per il bollo auto, potrebbero facilmente garantire il recupero delle spese entro 3 anni dall’acquisto.

13 aprile 2011
Lascia un commento