Sempre più “verde” e sempre più efficiente: è questo il futuro della mobilità intelligente, un futuro che, per essere più corretti, è già presente, dato che le soluzioni per spostarsi in città agilmente e nel massimo rispetto dell’ambiente sono già a disposizione degli utenti, soprattutto di quanti vivono o si muovono a Milano e possono fruire dei vantaggi offerti da enjoy, l’innovativo servizio di car sharing di Eni.

L’obiettivo che ha guidato Eni nel mettere a punto enjoy è strettamente legato alla voglia di sviluppare soluzioni intelligenti per la mobilità sostenibile, così da dimostrare che è possibile migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità di una grande città come Milano senza rinunciare a rendere più semplice la vita degli automobilisti che quotidianamente hanno la necessità di guidare in mezzo al traffico urbano.

Alla base di enjoy c’è una flotta di autovetture efficienti e moderne, tanto piacevoli da guidare quanto parche nei consumi e nelle emissioni. Il car sharing di Eni mette a disposizione del pubblico circa 600 esemplari di Fiat 500 e una cinquantina di Fiat 500L, un modello, quest’ultimo, che unisce la praticità di una monovolume alla simpatia innata del mitico “Cinquino”. Per tutti i veicoli ci sono motori brillanti e poco inquinanti, a cui si aggiungono i vantaggi del software eco:Drive, un programma messo a punto da FIAT che è in grado di fornire al conducente informazioni e consigli su un corretto stile di guida in chiave prettamente ecologica.

Ma ciò che Eni ha ben presente è che l’attenzione all’ambiente, quando si parla di veicoli, non deve fermarsi unicamente a consumi ed emissioni, ma deve andare oltre, fino alla realizzazione di una filiera totalmente ecocompatibile che attraversa tutti gli aspetti della gestione di un parco auto come quello di enjoy. Per questo motivo si è posta notevole attenzione anche alla pulizia delle vetture in servizio nel capoluogo lombardo, che sono costantemente lavate usando metodi che non prevedono l’impiego di acqua, evitando in tal modo lo spreco di questa preziosa risorsa naturale e assicurando un risparmio stimato in circa 130 litri d’acqua per ogni lavaggio.

Inoltre, la presenza di Trenitalia tra i partner di Eni per enjoy pone il servizio di auto condivisa come il perfetto complemento per chi è solito spostarsi tra un treno urbano e l’altro inframezzando parte del tragitto in automobile. Si tratta di una vera e propria soluzione per il trasporto integrato effettuato tenendo sempre conto dell’impatto ambientale, dato che alle ridotte emissioni delle vetture di enjoy si aggiunge il rispetto per l’ambiente messo al primo posto dalle Ferrovie dello Stato Italiane, le quali lavorano da anni alla realizzazione di un sistema di mobilità razionale mirata a trasformare il trasporto individuale in un ecosistema di mobilità collettiva che trova uno dei suoi sbocchi più interessanti proprio nel car sharing.

7 gennaio 2014
In questa pagina si parla di:
eni
I vostri commenti
maria luisa, giovedì 9 gennaio 2014 alle17:46 ha scritto: rispondi »

molto interessante...potrei usufruirne....

Carlo Scatena, giovedì 9 gennaio 2014 alle17:43 ha scritto: rispondi »

CAR sharing con auto elettriche nei centri storici di tutte le città' italiane e poi sulle autostrade

Lascia un commento