Conseguenze negative della diffusione degli energy drink, bevande poco equilibrate, ma molto vendute in questi anni. Dopo aver svelato i problemi che possono causare ai bambini, una ricerca della Mayo Clinic analizza l’impatto degli energy drink sulla dieta degli adulti.

Lo studio, che sarà presentato alla 64esima riunione annuale dell’American College of Cardiology’s di San Diego, mette in evidenza l’influenza degli energy drink sulla pressione cardiaca. Per l’analisi sono stati selezionati 25 adulti fra i 19 e i 40 anni, in buone condizioni di salute e dalle abitudini alimentari variegate. Anna Svatikova, ricercatrice in malattie cardiovascolari presso la Mayo Clinic e autrice dello studio, ha spiegato:

Sappiamo che il consumo di energy drink è molto diffuso negli ultimi anni: in particolare, tra le fasce più giovani di popolazione. Le preoccupazioni circa le conseguenze sulla salute di queste abitudini sono evidenti: ci sono già diversi studi che dimostrano come gli energy drink possano avere un ruolo cruciale nell’aumento della pressione sanguigna.

I soggetti sono stati suddivisi in due gruppi: al primo è stato somministrato un energy drink in commercio, mentre al secondo una bevanda “placebo”. I ricercatori hanno misurato pressione sanguigna e frequenza cardiaca in due fasi, 30 minuti prima del consumo della bevanda e 30 minuti dopo.

Inoltre i gruppi sono stati ulteriormente ripartiti in sottogruppi, in base al consumo di caffè quotidiano: in un sottogruppo i soggetti che ne bevevano più di una tazza al giorno, equivalenti a 160 mg di caffeina, mentre nell’altro i soggetti abituati a berne meno o per niente.

Dopo il consumo dell’energy drink la pressione sanguigna è aumentata del doppio, rispetto al gruppo che aveva consumato la bevanda placebo: l’aumento più drastico, in particolare, è stato rilevato nel sottogruppo con i soggetti poco inclini a consumare caffè. Svatikova ha concluso:

Quello che la nostra ricerca ha rilevato è che il consumo di energy drink ha un impatto maggiore nei soggetti che, solitamente, non sono abituati alla caffeina o li usano in alternativa ad essa.

I consumatori dovrebbero essere avvisati sulle conseguenze che gli energy drink hanno sulla pressione sanguigna e sulla possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari, in particolare tra i più giovani.

16 marzo 2015
Fonte:
Lascia un commento