La Gigafactory di Tesla che si trova a Reno in Nevada è in fase di costruzione. Sono già state concluse la struttura in acciaio e il tetto dell’edificio principale. Già da quando la notizia della sua realizzazione si è diffusa si è capito che sarebbe stata la più grande fabbrica di batterie esistente al mondo. Beh, ora la sua superficie sta per triplicare.

Ai 1000 ettari iniziali se ne aggiungeranno altri 2000 circa. Di questi 1.863 costituiranno un’area di buffer in cui l’azienda non ha intenzione di costruire, mentre gli altri 110 saranno destinati a scopi industriali, forse saranno coperti da pannelli solari, ma la realizzazione di qualsiasi altra struttura per il momento non è ancora in progetto. Una volta completato l’edificio avrà da solo una superficie di circa 929 mila metri quadrati, pari alla superficie occupata dal Pentagono o a quella di 174 campi da calcio.

Il questa enorme fabbrica alimentata da energie rinnovabili verranno prodotte 500 mila batterie per le auto elettriche all’anno, con un prezzo inferiore del 30% rispetto a quello attuale. Il 25% della disponibilità dell’impianto sarà dedicato alla produzione di batterie stazionarie per uso domestico o industriale (vedi Powerwall, che a pochi giorni dalla presentazione aveva già fatto registrare prenotazioni da record).

Per la realizzazione della Gigafactory Tesla ha già ottenuto linee di credito che potrebbero arrivare a 750 milioni di dollari, con incentivi dallo Stato fino a 1,3 miliardi di dollari.

Per adesso il suo valore si aggira intorno ai 5 miliardi di dollari, che si tradurranno al momento del via, previsto per il 2016, in 50 Gigawattora di energia dalla produzione di batterie e 6.500 nuovi posti di lavoro.

17 luglio 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento