Gli Stati Uniti potrebbero raggiungere l’autosufficienza energetica grazie al solare. A sostenerlo è un recente report pubblicato dall’Environment America Research & Policy Center. Secondo gli esperti negli USA ci sarebbero già tutti gli elementi per sostenere una transizione energetica basata sul fotovoltaico.

Primo tra tutti i costi di installazione degli impianti fotovoltaici, che si fanno di anno in anno sempre più bassi. Altro dato incoraggiante riguarda l’efficienza delle celle solari, in costante aumento grazie alle nuove tecnologie che minimizzano i costi delle materie prime, massimizzando le rese. Secondo gli analisti il solare potrebbe rappresentare una delle soluzioni principali per ridurre l’inquinamento atmosferico e mitigare il riscaldamento globale.

Lo dimostra la crescita record registrata negli ultimi anni dal fotovoltaico americano. In soli due anni la nuova potenza fotovoltaica installata è addirittura triplicata. Nei primi sei mesi del 2014 oltre la metà dei nuovi impianti energetici installati negli USA sono stati impianti fotovoltaici, tanto che oggi l’elettricità prodotta dal solare fornisce energia a ben 3,2 milioni di case. Dal 2010 al 2013 la capacità solare fotovoltaica statunitense è cresciuta ogni anno del 77%. Basterebbe che la crescita continuasse anche solo a un terzo di questi ritmi, cioè al 22%, per permettere all’America di soddisfare il 10% del suo fabbisogno elettrico grazie al solare entro il 2030.

Il raggiungimento di questo obiettivo permettere al Paese di centrare tre target: ridurre l’inquinamento, decarbonizzando l’economia; rendersi indipendente dai combustibili fossili; creare un’economia solida e sostenibile a lungo termine basata sulle energie pulite.

Dal report dell’Environment America Research & Policy Center emerge che il potenziale degli Stati Uniti nel campo del fotovoltaico è enorme. Secondo i dati diffusi dal National Renewable Energy Laboratory, con le tecnologie attuali gli USA potrebbero aspirare a coprire oltre 100 volte i consumi attuali di energia elettrica, semplicemente sfruttando il solare a concentrazione e il fotovoltaico domestico.

Secondo le stime, ognuno dei 50 Stati può già rendersi autosufficiente se punta sul solare. Gli impianti potrebbero essere installati sui 35 milioni di tetti residenziali e commerciali senza occupare terreni adibiti all’agricoltura.

25 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento