Energia solare: più economica del 95% grazie a nuova batteria

Una nuova tecnologia offrirà un’energia solare più economica del 95%, tanto da compiere il tanto atteso e definitivo sorpreso nei confronti delle fonti fossili. Ad affermarlo i ricercatori di un’azienda internazionale (UK e Svezia), la United Sun Systems, che hanno messo a punto una batteria in grado di immagazzinare l’energia termica dei raggi solari (restituendola sotto forma di corrente elettrica).

Alla base della nuova tecnologia per produrre elettricità dall’energia solare vi sono un disco ricoperto di specchi per il solare a concentrazione, del diametro di 14 metri, e una batteria realizzata con una lega speciale appena brevettata e l’idrogeno. La temperatura ottenuta dalla struttura può raggiungere i 750°C. Come ha spiegato il prof. Ragaiy Zidan, scienziato presso il Savannah River National Laboratory e mente dietro la scoperta presentata dalla United Sun System:

Prima di scoprire questa classe di materiali idruri lo stoccaggio del calore a queste temperatura era possibile soltanto utilizzando materiali costosi e altamente corrosivi. Si tratta di una tecnologia rivoluzionaria per il settore del solare a concentrazione che ridurrà drasticamente i costi e migliorerà le prestazioni.

=> Scopri dove sorgerà il più grande impianto solare al mondo

La trasformazione da calore a corrente elettrica avviene attraverso l’utilizzo di un motore Stirling, inventato nel 1816 a Edimburgo dal reverendo Robert Stirling come alternativa al motore a vapore. Secondo quanto affermato da Lars Jacobsson, amministratore delegato della United Sun Systems, il nuovo impianto può generare fino a 150 kWh che possono essere stoccati e utilizzati in base alle necessità:

Il calore è trasferito dal punto focale attraverso un tubo fino a una grande batteria termica, che è posizionata dietro al disco, dove il calore è stoccato all’interno di una batteria di nuova concezione basata sui metalli idruri. La batteria è connessa con un motore Stirling che converte il calore in energia cinetica ed è connesso a un generatore di energia elettrica.

23 luglio 2018
Lascia un commento