Smartphone e tablet da tempo sono diventati accessori quotidiani e indispensabili. L’uso continuo dei dispositivi elettronici portatili fa lievitare i consumi di energia elettrica perché porta a dover effettuare anche diverse ricariche al giorno. Una soluzione per abbattere l’impatto di smartphone e tablet arriva da una tecnologia installata a piazza Castello a Milano.

La soluzione permette di ricaricare gli smartphone e i tablet dotati di wireless charging senza cavi grazie all’energia solare. Inoltre è possibile ricaricare tutti i dispositivi dotati di porte USB tradizionali. Si tratta della prima stazione per la ricarica solare dei dispositivi elettronici portatili installata a Milano. Altre stazioni sono già state installate ad Andora in Liguria, a Lodi e a Varese.

La tecnologia, ribattezzata Stop&Charge, è frutto dell’ingegno della startup irlandese Garageeks, specializzata in elettronica e nell’internet delle cose. La postazione è studiata per ricaricare a zero emissioni gli smartphone e i tablet nei luoghi pubblici. Turisti e geek di passaggio presso il Triennale Expo Gate, situato di fronte al Castello Sforzesco, potranno utilizzare la stazione di ricarica solare fino al 12 settembre 2016 senza dover sostenere alcun costo. In 10 minuti è possibile ottenere un’ora di autonomia in stand-by.

Il progetto, realizzato da Garageeks in collaborazione con la Triennale di Milano, è molto versatile. La stazione infatti non richiede allacci alla rete elettrica. Oltre a ridurre l’impatto della ricarica dei dispositivi elettrici grazie all’energia rinnovabile, la stazione ha il merito di monitorare la qualità dell’aria rilevando fughe di gas e di memorizzare le statistiche di utilizzo.

Il sistema è dotato di diagnosi remota e antifurto. Gli sviluppatori hanno ideato la tecnologia per rispondere alla crescente richiesta di energia da parte dei dispositivi portatili, a cui purtroppo non sta facendo seguito una maggiore autonomia delle batterie:

La tecnologia delle batterie non migliora di pari passo con quella dei microprocessori e, secondo le previsioni di analisti del settore, il problema non sarà risolto nei prossimi 5 anni.

Soluzioni di ricarica pubblica per dispositivi mobili sono già installate in aeroporti e stazioni ferroviarie, ma non in luoghi pubblici all’aperto quali piazze e parchi, una lacuna che GaraGeeks vuole colmare.

L’obiettivo della stazione di ricarica solare è anche di favorire l’aggregazione e la socializzazione tra gli utenti che si fermano a ricaricare lo smartphone o il tablet.

1 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento