Energia: ecco la bicicletta che può alimentare una casa

Soddisfare il bisogno di energia elettrica è diventata un’esigenza molto importante nell’ambito della vita contemporanea. Non si tratta però soltanto della necessità di provvedere all’alimentazione degli elettrodomestici e degli altri dispositivi elettrici della casa.

L’esigenza è anche quella di avere a disposizione delle fonti di energia alternative, che si caratterizzino per essere pulite e per la possibilità che danno di risparmiare sui consumi. In questo senso potrebbe avere un certo riscontro l’invenzione di un imprenditore, che ha messo a punto la bicicletta in grado di produrre 24 ore di energia per la casa soltanto con un’ora di pedalata.

=> Leggi i consigli MCE-Lab per il risparmio energetico in casa

Manoj Bhargava ha inventato la bicicletta Hans Free Electric. Il suo obiettivo è quello di fornire energia elettrica alle case che non sono dotate di un allaccio alla rete tradizionale. La bicicletta, completamente ecosostenibile, riesce a trasformare l’energia cinetica in energia elettrica.

Chi la utilizza può dedicarsi alla generazione dell’energia in qualsiasi momento. Basta pedalare e l’energia viene trattenuta da una batteria. Poi si può usare in qualunque situazione. Già l’invenzione è stata diffusa in India ed è stata utilizzata a loro vantaggio da alcune famiglie, ma anche da piccole aziende.

=> Scopri le fasce energetiche per risparmiare quando si utilizza la lavatrice

Lo scopo è adesso raggiungere livelli di produzione più elevati, in modo che la bicicletta possa arrivare anche in altri Stati. Se l’invenzione prenderà il via in maniera fruttuosa potrebbe rappresentare un nuovo modo per produrre energia elettrica in maniera alternativa e soprattutto in modalità green.

La bicicletta produce energia ecosostenibile e può risultare molto utile, sia in mancanza temporanea di elettricità fornita dalla rete tradizionale, ma anche per dare la possibilità di migliorare le condizioni di vita di popolazioni in cui lo sviluppo tecnologico non è arrivato in maniera preponderante e che non usufruiscono ancora oggi di altre possibilità più moderne per la generazione di energia elettrica.

7 novembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento