Punta Righini sperimenta il primo generatore marino di Enel Green Power. È l’Arcipelago Toscano e, in particolare Castiglioncello in provincia di Livorno, a fare da sede per il test dell’R115, primo generatore di energia elettrica dalle onde del mare, realizzato in collaborazione con la divisione italiana di 40South Energy.

Le onde dell’Arcipelago Toscano accoglieranno un generatore con capacità di potenza installata pari a 100 kW e una capacità nominale di 150 kW: secondo le prime previsioni di EGP sarà in grado di produrre 220 MW/h all’anno, quota che coprirà il fabbisogno energetico di oltre 80 famiglie livornesi.

La 40South Energy, società che produce convertitori di energia dal moto ondoso, si occuperà sia dell’installazione che dell’avvio della produzione, garantendo la manutenzione ordinaria ed extra ordinaria: le due aziende prevedono, dopo un primo periodo di testing, di aumentare il numero di generatori, in modo da rendere stabili i rifornimenti sia sulla costa che sulle isole.

Il moto ondoso, infatti, può rappresentare una fonte rinnovabile fondamentale per zone in cui le reti faticano ad arrivare, come le isole: sarà infatti Pomonte, all’Isola d’Elba, la sede della seconda sperimentazione del generatore R115. Con un investimento di appena un milione di euro, spiega in un’intervista l’AD di Enel Green Power Francesco Starace, si aprono una serie di possibilità in più per migliorare le reti del nostro Paese. L’Energia dal moto ondoso, infatti:

Rappresenta una nuova frontiera della tecnologia che stiamo accogliendo nel portafoglio di scelte di Enel Green Power: generare energia dall’acqua è una sfida e generarla dall’acqua salata lo è ancora di più.

Il generatore di RGP è posto appena sotto il pelo dell’acqua, cosa che lo rende più sicuro in caso di cattive condizioni del mare: durante le mareggiate, ad esempio, è in grado di posarsi sul fondo automaticamente, grazie alla meccanica che gestisce il movimento, “punto chiave” del progetto. Inoltre, ribadiscono da EGP, i materiali e il design lo rendono molto discreto, evitando “intrusioni” nel panorama naturale. Dopo averlo testato in laboratorio, EGP e 40South Energy, hanno scelto Marina di Pisa per avviare i test in mare. Starace ha sottolineato:

Il prototipo R115 è una macchina completamente progettata da italiani che, per le sue particolarità, si sposa molto bene con le caratteristiche del bacino del Mediterraneo: una macchina che non sfrutta molto le maree ma piuttosto il moto ondoso, connotato specifico del nostro mare.

Il primo prototipo del generatore è di dimensioni e capacità medio piccole ma Enel Green Power sembra intenzionata a produrre macchine che producano fino a 1 MW. La semplicità dei suoi materiali, secondo Starace, rende sostenibile la sua industrializzazione: ed è proprio sulla produzione su scala che EGP punta per far abbassare il prezzo finale del prodotto e renderlo accessibile.

20 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
GIUSEPPE CAPOBIANCO, venerdì 21 giugno 2013 alle11:23 ha scritto: rispondi »

MI PIACEREBBE SCAMBIARE QUALCHE INFORMAZIONE CON I RESPONSABILI DELLA RICERCA PER PROGETTARE UN SISTEMA CHE SFRUTTI L'ENERGIA DEI FIUMI SOTTERRANEI CHE SFOCIANO IN MARE. GRAZIE

Lascia un commento