Yingli Green Energy ridurrà le proprie emissioni di CO2 insieme al WWF. L’annuncio dell’ingresso dell’azienda solare nel Climate Savers Program arriva durante una conferenza stampa organizzata dall’associazione ambientalista insieme con il colosso asiatico del fotovoltaico. Il gigante asiatico diventa così il primo produttore solare ad aderire al programma, oltre a essere anche la prima compagnia cinese a farne parte. Una notizia che arriva pochi giorni dal riconoscimento per la società del primato nella produzione di pannelli solari nel 2012 grazie ai 2,2 GW installati.

>>Leggi la classifica completa 2012 dei maggiori produttori fotovoltaici

Yingli entra quindi a far parte del gruppo di aziende mondiali che garantiscono un fermo sostegno alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. L’impegno è di abbattere la CO2 emessa durante le fasi di produzione degli impianti fotovoltaici e di lavorare per lo sviluppo di innovazioni al servizio di un’economia più sostenibile per l’ambiente. Un programma quello del Climate Savers che il WWF ha avviato già dal 1999 e che vede la partecipazione di oltre 30 multinazionali di vari ambiti.

>>Leggi il monito del WWF all’UE riguardo gli obiettivi sul clima

Entro il 2015 Yingli Green Energy prevede, come parte del suo impegno, la riduzione del 13% della CO2 emessa rispetto al 2010 per ogni megawatt di moduli solari realizzati. a essere interessati dall’iniziativa non saranno soltanto i cicli produttivi propriamente detti, ma anche il consumo di elettricità e per il riscaldamento, le emissioni derivate dai beni e servizi acquistati (percentuale in questo caso del 7%) e sui trasporti (-10%). Un impegno che il colosso cinese prende con estrema serietà secondo quanto affermato da Liansheng Miao, presidente e CEO della compagnia:

Entro il 2015, Yingli spera di lanciare un nuovo standard globale di produzione green per il fotovoltaico con l’obiettivo di promuovere una riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di in concomitanza con un aumento dell’uso di energia da fonti rinnovabili.

In futuro lavoreremo sempre più al fianco del WWF e delle altre aziende del gruppo Climate Savers per guidare la transizione mondiale verso un’economia a basso contenuto di CO2.

30 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento