Emissioni CO2 in calo in Italia, rialzo nel mondo

Le emissioni di CO2 raggiungono un nuovo record nel mondo mentre calano in Italia. Secondo quanto contenuto nel rapporto diffuso a Münster (Germania) dall’International Economic Platform for Renewable Energies (IWR) la produzione di anidride carbonica globale sarebbe salito nel 2011 a circa 34 miliardi di tonnellate dai 33,2 mld del 2010.

Emissioni di CO2 che continuano a crescere a livello mondiale, con la Cina ancora saldamente nel ruolo di maggior produttore con oltre 8,9 miliardi di tonnellate emesse nel 2011 (8,3 mld nel 2010). Un dato che assume ancor più rilievo se confrontato col fatto che gli USA hanno contribuito, occupando il secondo posto nella classifica, con un volume di anidride carbonica pari al 67,41% della produzione cinese. Il bilancio di Washington segna inoltre un calo di 0,2 miliardi di tonnellate rispetto ai dodici mesi precedenti passando dai 6,2 del 2010 ai 6 mld nel 2011.

Alle spalle dei due giganti dell’economia mondiale l’India con 1,8 miliardi (+ 0,1 rispetto al 2010), la Russia con 1,67 mld (-0,3), il Giappone con 1,3 mld (stesso dato 2010) e la Germania con 804 milioni (-24 mln). L’Italia si posiziona al sedicesimo posto e segna un leggero calo nel proprio bilancio di emissioni di CO2, 433 milioni di tonnellate nel 2011 rispetto ai 439 mld del 2010.

Un orientamento globale che necessita di essere rivisto e corretto, come sottolinea nel suo commento al rapporto il Dr. Norbert Allnoch, direttore dell’IWR:

Se l’andamento attuale andrà avanti, le emissioni globali aumenteranno per il 2020 del 20% fino ad oltre 40 miliardi di tonnellate di CO2.

14 novembre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
IWR
Lascia un commento