L’emicrania è una delle possibili tipologie di mal di testa. Dalla durata variabile, da poche ore a qualche giorno, questo disturbo può essere trattato con i rimedi naturali per alleviarne i sintomi. In alcuni casi tale problema può presentarsi con alcune specifiche caratteristiche che vanno sotto il nome di “aura”.

L’emicrania con aura presenta delle caratteristiche speciali rispetto alla consueta emicrania, che in qualche modo ne anticipano l’insorgere e ne caratterizzano il decorso.

Sintomi dell’emicrania con aura

Al pari della sua forma “normale”, anche l’emicrania con aura si presenta in conseguenza di fattori ereditari o in seguito a situazioni di forte stress fisico o psicologico, luci intense, alterazioni nel ritmo circadiano o nell’equilibrio ormonale oppure in seguito a un consumo eccessivo di alcol.

Quella che viene definita come aura è a tutti gli effetti una serie di segnali che possono “prevedere” l’insorgere dell’emicrania. Tra questi rientrano la visione di “flash di luce“, annebbiamento della vista o di punti neri nel campo visivo, ai quali possono seguire la sensazione di formicolio o di mancanza di forza alle gambe o alle braccia.

Consigli utili

Qualora ci si trovasse di fronte ai sintomi sopracitati è opportuno intervenire quanto prima individuando innanzitutto la causa specifica dell’emicrania in arrivo. In base a quella sarà più facile scegliere il rimedio naturale più indicato per il trattamento della sintomatologia generale.

In caso di mal di testa derivato da forte stress psicologico è indicato il ricorso a infusi calmanti come quelli di camomilla, valeriana o melissa, anche in combinazione tra loro. Utile anche quello di salice bianco, che dispone di proprietà analgesiche simili all’aspirina e favorirà un pronto attenuarsi dell’imminente sintomatologia dolorosa.

Ai primi segnali di aura è opportuno inoltre evitare di porsi alla guida o interrompere la marcia fino a conclusione della manifestazione. La capacità visiva potrebbe essere per alcuni minuti ridotta dall’ipersensibilità alla luce o dai flash, così come dal possibile presentarsi dei punti neri nel campo visivo.

Un altro rimedio naturale possibile è l’agopuntura, alla quale si può ricorrere anche in via preventiva. Resta come negli altri casi di emicrania opportuno un consulto con il proprio medico curante per stabilire l’effettiva gravità del problema e valutare possibili controindicazioni dei rimedi presentati o eventuali interazioni indesiderate con alcuni dei farmaci assunti.

18 luglio 2014
I vostri commenti
Riccardo, martedì 16 febbraio 2016 alle17:33 ha scritto: rispondi »

Ho 49 anni e dall'età di 16 anni ho sempre avuto i sintomi da voi descritti con disturbo del campo visivo che scompare entro i 30 minuti. La frequenza è di circa 1 volta al mese ed ultimamente ho notato che riducendo i caffè da tre a due e poi ad uno (solo al mattino a colazione) la situazione è migliorata guadagnando anche un riposo notturno più rilassato.

Vero, mercoledì 3 febbraio 2016 alle7:10 ha scritto: rispondi »

Soffro di crisi di emicranie oftalmiche auriche da.. sempre credo! Fin da quando sono piccola . Negli ultimi anni si presentano solo in periodo di forse stress emotivo e fisico (esami università ) . Mi preoccupano perché perdo appunto le percezioni dell'ambiente circostante e l'unica cosa da fare è cercare di dormire o comunque stendersi al buio per qualche minuto. Da Vegana ne soffro sinceramente molto molto meno. E i mal di testa sono molto meno forti rispetto a prima .

Giuliano, martedì 8 settembre 2015 alle14:00 ha scritto: rispondi »

Soffro di questo tipo di emicrania da circa 30 anni ne ho 58 , al primo episodio pensavo ad un ictus così pure con gli altri , sempre in corrispondenza di stanchezza e stress e cambio di clima , dopo tante visite mi hanno dipagnosticato che me la devo tenere , quando arriva ( non avvisa mai prima) ora cerco di combatterla con il relax senza lasciarmi prendere dalla tensione , ultimo episodi 1 settembre ore 21,00 circa comodamente seduto sul divano a ved tv , ho preso immediatamente un,aspirina ho cercato di dormire non pensandoci dopo un paio di ore la situazione si è stabilizzata ma è arrivato il solito mal di testa ,anche se in forma minore rispetto alle altre volte. Ci sarà un modo per prevenire la causa????? Bevo normale a pasto fumo sigari uno /tre a settimana, gioco a calcio , lavoro 10/12 ore al dì ma non pesano fisicamente psicologicamente si ,, scusate se mi sono introdotto vorrei dare solo un piccolo contributo ,,,

Carla, mercoledì 26 agosto 2015 alle17:08 ha scritto: rispondi »

Ho 5-6 episodi di emicrania aura in un anno. Questo mi succede da quando sono in menopausa, prima non ho mai avuto mal di testa. Comincio col non vedere chiaramente, poi appare sempre a destra un semicerchio seghettato a righe bianche e nere, (sembra di essere al lunapark) uno scintillio che rimane per circa 15-20 minuti. ho bisogno di stare con gli occhi chiusi e possibilmente al buio fino a quando piano piano se ne va. Dopo ho un leggero mal di testa, ma il disturbo è di più il giorno dopo accompagnato da stanchezza fisica. Una Tachipirina aiuta. Tutto viene poi dimenticato perchè ci sono tante altre cose belle a cui pensare, ciao

daniela, domenica 23 agosto 2015 alle12:21 ha scritto: rispondi »

Io ne soffro da anni . fatti tutti gli accertamenti ,ho avuto pareri discordanti ... Nel mio caso l' emicrania con aurea é veramente invalidante e mi rende insicura perché ho paura che i disturbi vi.sivi si presentino mentre guido quando ho questi attacchi devo stare a letto . purtroppo

Lascia un commento