La Regione Lazio vive ore critiche: 29 dei suoi Comuni saranno presto invasi dai rifiuti se non si troverà un’alternativa valida e sostenibile al conferimento nella discarica di Colleferro. Gli impianti del sito di smaltimento, reputati non idonei dall’Unione Europea, non potranno più gestire la mole di spazzatura raccolta nelle strade dei Castelli Romani e in diversi comuni del Frusinate.

Il motivo è molto semplice: prima di finire in discarica, i rifiuti vanno adeguatamente trattati al fine di rendere inerte la parte più inquinante ovvero la frazione umida. Gran parte degli impianti della Regione Lazio non è però in grado di garantire questo trattamento e spedisce i rifiuti fuori regione. Per questo motivo l’Italia è stata richiamata dall’Unione Europea che ha aperto una procedura d’infrazione.

Anche il TAR del Lazio incalza la Regione: per il tribunale l’amministrazione regionale non ha alcun motivo di utilizzare l’emergenza rifiuti in atto come motivazione per non mettere a norma i suoi impianti e usufruire di misure eccezionali per lo smaltimento. Per il TAR l’emergenza è creata proprio dall’inadempienza degli organi regionali.

L’impianto mobile per il parziale trattamento dei rifiuti impiegato negli ultimi mesi a Colleferro non potrà più fungere da toppa. La discarica chiude. Roma ha davanti diverse opzioni per uscire da un’emergenza che ormai è ordinaria: accelerare le pratiche burocratiche, ora ferme, per il rilascio delle autorizzazioni dell’impianto della Rida o aprire a nuovi progetti di privati.

La Ecopark srl starebbe infatti progettando una nuova discarica da 2 mila metri cubi nell’area dei Castelli Romani, un contesto rurale di grande pregio. Per ora la Regione non si è mostrata interessata al progetto, ma tra qualche giorno, quando i rifiuti affolleranno le strade di molti dei suoi Comuni, potrebbe tornare sui suoi passi. Qualcosa ci dice, però, che i cittadini di Velletri, comune in cui ricade l’area individuata per la nuova discarica, non accetteranno di buon grado l’idea.

8 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento