Elon Musk scaricherà Trump in caso di uscita USA da Accordi Parigi

Il rapporto che lega Donald Trump alla Silicon Valley è burrascoso fin da prima della sua elezione alla Casa Bianca. Ciò nonostante, il neopresidente USA ha voluto fin da subito chiamare a sé alcuni nomi illustri del panorama hi-tech: Elon Musk e Travis Kalanick sono stati eletti, nel dicembre scorso, consiglieri all’interno dello Strategic and Policy Forum. Il fondatore di Uber ha lasciato il proprio incarico due mesi più tardi e il numero uno di Tesla potrebbe fare altrettanto già entro i prossimi giorni.

=> USA fuori dagli Accordi di Parigi, leggi le indiscrezioni su Trump

Non certo per questioni politiche: Musk si è sempre definito come “metà democratico e metà repubblicano”, un “uomo nel mezzo”. Le ragioni del possibile addio sono legate all’ipotesi, sempre più concreta, di un’uscita degli Stati Uniti dagli Accordi di Parigi sul clima. La decisione parrebbe già essere stata presa e verrà annunciata a breve, forse già nella giornata di oggi.

Sarebbe un deciso cambio di rotta per gli USA, in netta contrapposizione con gli sforzi profusi a tutela dell’ambiente durante l’amministrazione Obama, una sorta di ritorno al passato che proietterebbe gli States verso un’era dove anziché puntare su energia pulita e fonti rinnovabili si metterebbero in campo politiche e strategie pro-fossili.

Una visione, come facilmente comprensibile, per nulla in linea con quella di Elon Musk, che non solo ha dato una spinta decisiva al mercato delle auto elettriche e della mobilità sostenibile con Tesla, ma da qualche tempo è anche impegnato nella produzione e commercializzazione di pannelli fotovoltaici (SolarCity) e batterie per lo storage (Powerwall, Powerpack).

Senza dimenticare i progetti finalizzati a innovare l’ambito dei trasporti come il sistema Hyperloop e l’appena annunciata The Boring Company che mira a smaltire il traffico dei centri urbani. Rispondendo a un utente su Twitter che chiedeva cosa sarebbe accaduto in caso di un’uscita degli USA dagli accordi, l’imprenditore è stato piuttosto chiaro:

In quel caso non avrò altra scelta che abbandonare il consiglio.

Tutto sembra lasciar intendere che a breve Trump annuncerà quella che sui social già viene definita #USexit. Da verificare la reazione dell’opinione pubblica, anche tra le fila di coloro che nel 2016 hanno contribuito all’elezione del tycoon, chiudendo un occhio di fronte alle teorie negazioniste sui cambiamenti climatici di alcuni suoi stretti collaboratori.

1 giugno 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
aldo facco, lunedì 5 giugno 2017 alle9:27 ha scritto: rispondi »

Anche lui dovrebbe approfondire qual'è la differenza tra clima e inquinamento

Pescespada Trafitto, giovedì 1 giugno 2017 alle15:45 ha scritto: rispondi »

Scarica. scarica. e ricordati di azionare lo sciacquone

Lascia un commento