Elisabetta Canalis per Peta: stop alle pelli animali

Elisabetta Canalis dimostra nuovamente il suo amore e la sua dedizione per gli animali. Nota per la sua grande passione per i cani, la conduttrice ha collaborato qualche anno fa con Peta, con degli scatti senza veli per sensibilizzare all’abbandono delle pellicce. E oggi questa partnership si rinnova con una nuova campagna, contro il ricorso di pelli di origine animale per l’industria della moda.

Elisabetta ha condiviso le immagini della campagna sul suo profilo Instagram, dove ha parlato con orgoglio dell’iniziativa. Vestita di un costume color carne, proprio per rimandare il concetto di pelle, la giovane si mostra in un’ambientazione tipica delle foreste, accompagnata da un coloratissimo serpente. Lo scatto è abbinato dallo slogan “Live wild and let wild live”, ovvero “vivi selvaggiamente ma lascia vivere la natura selvaggia”.

=> Scopri Elisabetta Canalis contro i cani abbandonati in auto

La campagna è rivolta soprattutto all’industria della moda e ai suoi estimatori, dove l’impiego di pelli di rettili è ancora largamente in voga, per la produzione di borse, cinture, accessori e molto altro ancora. Una scelta stilistica che determina sofferenza e morte a numerose specie animali, tra cui anche serpenti di ogni genere e coccodrilli. Canalis invita quindi a una scelta di consumo consapevole, preferendo materiali sintetici ed ecologici, sottolineando il potere nelle mani degli stessi acquirenti: modificando la domanda, infatti, si costringerà l’industria stessa ad adeguarsi. È quello che è accaduto, e sta ancora per certi versi accadendo, sul fronte delle pellicce: la richiesta è scesa sensibilmente nel corso degli ultimi anni, anche grazie a mirate campagne informative.

=> Scopri Elisabetta Canalis per i cani abbandonati

Canalis, pubblicando l’immagine su Instagram, ha voluto infine rivolgere un messaggio non solo ai suoi follower, ma anche a tutti coloro che lavorano all’interno dell’universo della comunicazione:

Follower, blogger, influencer, celebrity, stilisti e giornalisti, avete una potenza enorme nella comunicazione e siete la sola speranza per questi animali che, ancora nel 2018, vengono uccisi per pura vanità. Grazie di cuore.

Fiera di essere di nuovo testimonial di @peta per la sensibilizzazione contro l’ utilizzo di pelli di rettile ( exotic skins).più avanti posterò un video nel quale si vedrà da che tipo di sofferenze provengano borse scarpe e cinture di pitone o di coccodrillo. È giusto che tutti noi sappiamo che la soluzione è portata di mano, tanta sofferenza può essere evitata semplicemente comprando accessori che siano all’avanguardia quindi sintetici! Voi stessi su Instagram potete fare tanto cercando di convincere chi ancora presta il proprio volto a pellicce o ad accessori di pelo o in pelle di animali esotici ad essere più umani e compassionevoli . Followers ,bloggers, influencers, celebrity, stilisti, giornalisti, avete una potenza enorme nella comunicazione e siete la sola speranza per questi animali che ancora, nel 2018 vengono uccisi per pura vanità. Grazie di ❤️ Millions of snakes, lizards, alligators, crocodiles, and other reptiles are killed for their skin for the fashion industry. Many of these animals are still alive when their skin is ripped off to make shoes, wallets, belts, and other accessories. They’re tossed aside and struggle and writhe in pain for hours, even days, until they die. Others are stabbed or beaten to death. You can really help simply choosing to by vegan skin. It’s cheaper and better, for you and for the environment. Thanks so much❤️🐍🦎🐢

A post shared by Elisabetta Canalis (@littlecrumb_) on

11 dicembre 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento