Elezioni 2013: sconti per i viaggi in treno da Trenitalia

Le elezioni sono spesso un buon motivo per tornare nelle proprie città d’origine qualora si sia partiti per motivi di studio o lavoro. Non è impossibile prevedere autostrade piene e voli stracolmi per il periodo che attorno alle date del 24 e 25 febbraio, quando, cioè, avverrà il prossimo confronto elettorale. Ma c’è un’importante alternativa ad auto e treni, alternativa ecologica e, per una volta, economica.

Stiamo parlando del treno e degli sconti che Trenitalia ha previsto per gli elettori. Si tratta di riduzioni pari al 70% del prezzo base in caso di viaggi Intercity, con o senza cuccetta, e del 60% in caso di viaggi regionali. Sono previste agevolazioni anche per gli italiani all’estero.

Come leggiamo dal sito dell’azienda:

L’agevolazione si applica esclusivamente per viaggi effettuati in un periodo massimo di 20 giorni. Per i viaggi internazionali il periodo è esteso a 2 mesi. Il periodo di 20 giorni decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente l’ultimo giorno di votazione (questo compreso) e per il viaggio di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno a partire dall’ultimo giorno di votazione (quest’ultimo escluso). Per i biglietti internazionali il limite dei 10 giorni è esteso a un mese.

Ma per usufruire di tali tariffe bisognerà presentare una documentazione completa all’atto dell’acquisto dei biglietti (e sul treno):

  • documento di identità;
  • documento/tessera elettorale;
  • timbratura tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione, per il viaggio di ritorno;

Insomma, se con il voto volete in qualche modo contribuire a un’Italia più ambientalista, iniziate dal viaggio verso casa. Ringrazierà anche il vostro portafogli.

19 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Toppidody, mercoledì 20 febbraio 2013 alle10:07 ha scritto: rispondi »

In realtà si puó non avere la tessera elettorale all'andata ma basta un'autocertificazione. La ritorno tessera vidimata dal presidente di seggio obbligatoria

Guido Grassadonio, martedì 19 febbraio 2013 alle16:36 ha scritto: rispondi »

 La ringraziamo, sig. Campailla, per le preziose precisazioni che integrano il nostro articolo.

Giovanni Campailla, martedì 19 febbraio 2013 alle14:09 ha scritto: rispondi »

Fate bene ad informare dello sconto. Ma trenitalia mi pare ne stia approfittando un bel po'. Infatti, per l'occasione, ha tolto i posti a sedere negli intercity notte e si e' costretti a prendere la cuccetta, che costa il doppio. Risultato: se sei senza un euro e avevi messo in conto di pagare circa 30 euro per andare da roma in sicilia, sei costretto a spenderne 60. Ma la cara trenitalia vuole approfittarne o aiutare la gente ad esercitare il proprio diritto di voto? Non mi e' tanto chiaro.

Lascia un commento