Edun e Bono Vox si schierano in favore degli elefanti e della loro salvaguardia. Il brand creato da Alison Stewart, con il sostegno del ben più famoso marito, sposa ecologia con rispetto e amore per la natura. Ma anche diritti e valorizzazione per la manodopera locale, spesso sfruttata e saccheggiata dagli interessi industriali. Ora la filosofia di Edun sposta l’attenzione sull’importanza degli elefanti all’interno dell’ecosistema mondiale e delle loro reali condizioni di vita.

>>Segui il traffico di avorio in Thailandia

Gli imponenti proboscidati sono a rischio estinzione, il loro numero sta velocemente diminuendo in favore di un traffico illegale serrato e violento. Obiettivo di molti contrabbandieri è il tanto agognato oro bianco africano, l’avorio delle splendide zanne degli elefanti e spesso preda di battute violente e sanguinarie. Per questo motivo Edun ha creato una serie di magliette in limited edition, battezzate per l’occasione African Elephant e fotografate da Ryan McGinley.

>>Leggi la storia dell’elefante Mali

Sulle magliette campeggia la stampa formato gigante di un bellissimo elefante, come simbolo di forza, grandezza ed eleganza. Realizzate il cotone della Tanzania, per valorizzare il lavoro locale, le t-shirt puntano il dito contro la terribile diminuzione degli elefanti africani. Da 1,3 milioni a circa 600.000 sparsi per tutto il territorio dell’Africa, una drastica perdita che li rende fragili e indifesi davanti alla smania sanguinaria di guadagno dell’uomo.

>>Vai alla mattanza degli elefanti in Gabon

Le magliette in versione bianca o nera costano 49 euro, si possono acquistare nello store online di Edun. Tutti i proventi delle vendite verranno donati e consegnati a WildAid, l’associazione no-profit per la lotta contro il traffico illegale dell’avorio.

22 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento