Efficienza energetica edifici: accordo tra Consiglio e Parlamento UE

Il Consiglio e il Parlamento UE hanno raggiunto un accordo sulle norme che riguardano l’efficienza energetica negli edifici. L’obiettivo è quello di spingere sul progetto messo a punto lo scorso anno a favore della riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Saranno gli Stati membri dell’Unione Europea a prendersi carico di nuove direttive per favorire una crescita dei progetti di rinnovamento edilizio. Dovranno essere messe a punto delle strategie anche a lunga distanza e bisognerà stabilire dei momenti di verifica dei passi in avanti effettuati, fissati al 2030, al 2040 e al 2050.

=> Leggi i dati ENEA sugli investimenti per l’efficienza energetica

Quella dell’efficienza energetica negli edifici è una questione fondamentale, perché proprio le costruzioni sono capaci di assorbire più o meno il 40% dell’energia che viene consumata annualmente in Europa. Grazie a delle misure specifiche si vuole quindi rendere inferiore l’uso di combustibili fossili che producono delle emissioni fonte di inquinamento.

=> Scopri le novità in arrivo per efficienza ed ecobonus

Gli interventi attualmente sono molto lenti. Si calcola che ogni anno vengono rinnovate percentuali molto minime di edifici nel senso della riqualificazione. Per questo le nuove direttive puntano verso la creazione di costruzioni Near-Zero Energy, che possano essere autosufficienti quasi completamente, per mezzo di azioni di isolamento termico e attraverso delle funzioni di autoproduzione dell’energia che sfruttano, che in realtà non è in una quantità molto elevata.

Novità interessanti anche per la costruzione di edifici intelligenti, con una normativa che promuove entro il 2025 la possibilità di ottenere dispositivi di automazione. Si tratta ad esempio dei sensori che consentono un controllo preciso dell’uso dell’energia elettrica e del riscaldamento anche a distanza.

L’accordo da parte della politica sull’efficienza energetica negli edifici è stato raggiunto, ma adesso si attende la votazione formale della “Energy Performance of Buildings Directive” da parte del Parlamento Europeo e del Consiglio all’inizio del prossimo anno.

21 dicembre 2017
Lascia un commento