Conosciute per secoli come un integratore ottimo per la salute, le bacche di Goji sono consigliate dagli esperti di cure alternative e di alimentazione naturale per il trattamento di vari disturbi, che vanno dalla pressione alta ai problemi gastrointestinali. Tuttavia, chi assume questo prodotto deve essere anche consapevole dei possibili effetti collaterali.

Interazioni con altri farmaci

Come per ogni tipo di integratore, le persone che decidono di consumare le bacche di Goji devono essere consapevoli delle possibili interazioni con altri farmaci in corso d’assunzione. Secondo gli esperti, le interazioni più avverse si possono notare nelle persone che utilizzano medicinali contro il diabete: questo poiché le proprietà del frutto possono influenzare il funzionamento del pancreas e l’insulina. Per questo motivo, è sempre meglio chiedere il parere del medico se si è diabetici e si vogliono assumere le bacche di Goji come integratori.

Ancora, le bacche di Goji possono interagire con i farmaci contro la pressione alta, causando una forte diminuzione della stessa.

Bacche di Goji e allergie

Coloro che soffrono di allergia al polline dovrebbero evitare di assumere le bacche di Goji o, quantomeno, dovrebbero consultare un medico prima di farlo. Gli effetti collaterali di una possibile reazione allergica includono difficoltà respiratorie, orticaria, nausea e vertigini.

Apparato digerente

Un effetto collaterale che generalmente si accusa appena si comincia ad assumere un nuovo farmaco o un nuovo integratore, è l’irritazione del sistema digestivo. Sembra che questo aspetto non sia secondario per le bacche di Goji, che possono provocare problemi digestivi minori, come diarrea, indigestione, nausea e, nei casi più estremi, anche vomito. Per limitare eventuali problemi, è meglio ingerire le bacche a stomaco pieno.

Sanguinamento

Si tratta di un effetto collaterale molto raro, eppure è stato riscontrato in pochissimi casi connessi alle Bacche di Goji: si sta parlando di un possibile maggior sanguinamento. Secondo la casistica, in rarissime situazioni delle donne che stavano assumendo il frutto hanno avuto mestruazioni più abbondanti. Se si soffre di problemi di coagulazione del sangue o si stanno assumendo farmaci anticoagulanti, è fondamentale ascoltare il parere del proprio medico prima di introdurre le bacche di Goji nella dieta quotidiana.

Selenio e atropina

Le bacche di Goji hanno un alto contenuto in selenio, un oligoelemento essenziale per il corpo. In rari casi e in dosi eccessive, però, può causare problemi di fertilità o danni al feto, oppure ancora danneggiare i nervi e l’apparato gastroenterico.

Ancora, le bacche di Goji contengono un alcaloide chiamato atropina. Un’overdose di atropina può provocare vomito, vista offuscata, secchezza delle fauci e confusione. Si può dunque concludere affermando che in linea di massima, se assunti con moderazione, i frutti sono un toccasana per l’organismo. Tuttavia, se consumati in dosi eccessive o da individui con determinati problemi, possono avere conseguenze negative sull’organismo.

11 novembre 2014
I vostri commenti
Mabal, lunedì 26 gennaio 2015 alle21:22 ha scritto: rispondi »

Ho Appena ordinato delle compresse di goji, ma sono allergica alle paritarie graminacee ulivo e cipresso... Posso prenderle lo stesso?

antonino, venerdì 2 gennaio 2015 alle15:40 ha scritto: rispondi »

salve vorrei un'informazione sull'assunzione delle bacche di goj: io assumo delle pillole di tegretol da 200mg volevo sapere se ha controindicazione con questo farmaco? grazie antonino

Lascia un commento