Legno e coibente come carta e inchiostro. A Copenaghen è stata realizzata la prima abitazione “ecologica” stampata con un computer e una speciale fresatrice simile a una stampante. Grazie alla tecnica di progettazione molto semplice, l’obiettivo dei costruttori, gli architetti dello studio 1:1 Eentileen, è quello di trasformare l’eco-casa in un modello da replicare anche in altri contesti:

Questa casa non è solo danese, ma è globale – ha commentato Anders Thomsen, del Danish Technological Institute – Nel momento in cui hai tutte le informazioni, design, interfaccia e macchina di taglio, puoi semplicemente spedire il file in Norvegia o in Cina e “stampare” la casa direttamente nel Paese scelto.

Il prototipo si basa su una tecnica rivoluzionaria che ricorda quella della comune stampa dei documenti. Al posto dei fogli di carta, però, ci sono in questo caso delle sottili lastre di legno e del materiale isolante, mentre la stampante è sostituita da una particolare fresatrice computerizzata. Villa Asserbo, questo il nome della casa stampata, si basa, secondo le intenzioni degli stessi progettisti, su principi di efficienza e sostenibilità, sia in fase di costruzione che di esercizio.

L’abitazione, infatti, è realizzata completamente con legno proveniente dalle vicine foreste finlandesi gestite in maniera responsabile, dove per ogni albero tagliato ne vengono ripiantati 10. Eliminati del tutto, quindi, laterizio e calcestruzzo, con conseguenze molto positive sul bilancio finale delle emissioni di CO2.

Ridotto ai minimi termini, inoltre, l’impiego dell’acciaio, mentre la presenza di pannelli fotovoltaici e di un impianto solare termico provvedono in modo ecologico al fabbisogno di elettricità e di acqua calda sanitaria della casa, rendendo Villa Asserbo ancora più eco-compatibile.

10 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento