L’eczema o dermatite è un problema che interessa la pelle e che può manifestarsi in diverse forme. Il tipo conosciuto come “dermatite atopica” è tra i più frequenti nei bambini e tende a manifestarsi la prima volta entro i 7 anni di età. Oltre a questo esistono anche la dermatite seborroica, l’eczema discoide, la dermatite erpetiforme, la neurodermatite, l’eczema varicoso e la disidrosi.

Come accade negli adulti, l’eczema tende a manifestarsi principalmente attraverso sintomi quali l’arrossamento e il prurito. Possibile anche la comparsa di pustole, spesso seguite dalla formazione di croste. Il volto è una delle zone più a rischio, come anche le mani e gli arti (perlopiù soggetti a dermatiti da contatto causate da allergeni o agenti irritanti).

Cause

Alla base della comparsa di eczemi o dermatiti sembra esservi una combinazione di fattori genetici e ambientali. Si parla in generale quale possibile fattore scatenante del problema una qualche forma di allergia, la cui individuazione può non essere immediata e richiedere lo svolgimento di diversi test allergologici.

In questi casi è possibile che l’eczema derivi da un’allergia di tipo alimentare, che influirà quindi inevitabilmente sulla dieta futura del bambino, così come può verificarsi la possibilità che la dermatite sia da contatto. Un esempio tipico di questa seconda eventualità è la reazione iperimmune al nichel.

Sono forme che tendono a ricomparire anche più avanti negli anni, qualora il bambino torni in contatto (tramite l’alimentazione o per via esterna) con l’agente scatenante, seppure possano verificarsi casi di regressione pressoché totale del disturbo in età adulta. Ne soffre circa il 30% dei più piccoli e tali patologie vengono solitamente ricondotte sotto l’etichetta di eczema atopico.

Nei neonati possono manifestarsi degli eczemi nella zona inguinale, la cui causa è nella maggior parte dei casi ricondotta all’utilizzo del pannolino. Si tratta di una dermatite di tipo irritativo, che può essere originata da diversi fattori: dal contatto con i batteri fecali e con l’urina all’umidità, come anche a uno eccessivo sfregamento con la pelle.

Un’ulteriore possibile causa di eczema o dermatite è rappresentata da un’infezione di tipo batterico o fungino. Occorre infine sottolineare che le parole “eczema” e “dermatite” sono di fatto due sinomi, utilizzati per indicare uno stato infiammatorio della pelle.

Rimedi naturali

Bere molta acqua è senz’altro un’efficace soluzione naturale, che garantirà un livello di idratazione delle pelle ottimale. Per trattare i sintomi dell’eczema è possibile utilizzare a livello locale il gel di aloe vera, che garantirà un’azione benefica sia in caso di reazione allergica che di infezione di tipo fungino (grazie alle sue proprietà antimicotiche e idratanti).

Altra possibile soluzione è realizzare un unguento a base di olio d’oliva e oli essenziali di lavanda e calendula. Applicarlo sulla parte interessata contribuirà a contrastare l’azione infiammatoria e all’idratazione e rigenerazione della cute.

Molto importante sarà inoltre l’alimentazione da seguire, che dovrà comprendere le dosi raccomandate (relative all’età del bambino) di frutta e verdura. In generale optare per quei cibi che aiutino il rafforzamento del sistema immunitario.

Attenzione però alla scelta degli alimenti, avendo cura di evitare o ridurre al minimo quelli a rischio (se non già individuato l’agente scatenante responsabile del problema). Indossare vestiti realizzati con fibre naturali (meglio se cotone bio) è un’ottima soluzione nei casi di dermatite da contatto o di tipo irritativo.

13 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento